Un viaggio nell’Ottocento a Pegli. Con la Coop L’Arco di Giano prosegue la valorizzazione di Villa Pallavicini

Domenica 11 Settembre il calendario di Villa Durazzo Pallavicini tornerà a segnare l’anno 1846: i figuranti del Gruppo di rievocazione storica “Nobiltà Sabauda” saranno per tutta la giornata ospiti del Parco e lo riporteranno indietro nel tempo con i loro magnifici abiti e le danze in stile ottocentesco.

I visitatori  si troveranno a passeggiare tra i viali del Parco immaginandosi come dovesse essere la vita aristocratica a metà Ottocento: probabilmente una vita lenta, fatta di camminate, chiacchiere e scarpe scomode!

Il gruppo sarà presente nel Parco per tutta la giornata: dalle 10.30 alle 18 sarà possibile incontrare i figuranti nei diversi punti del percorso e in barca sul Lago Grande. Alle ore 16 esibizione danzante sulla Terrazza panoramica della Villa.

Il servizio barca sarà attivo anche per i visitatori dalle 11.00 alle 18.00 per provare l’esperienza di attraversare il Lago come dame e gentiluomini d’altri tempi. Sempre nello stesso orario sarà aperto il bistrot interno dove, a partire dalle 17.00, sempre in tema con la giornata, sarà possibile gustare un tè come in una vera Coffee House dell’epoca.

Alle ore 15 inoltre verrà inaugurato il restauro della porta di accesso al parco sovrastata dai due cani di marmo ringhianti, uno dei simboli massonici presenti più importante nonché guardiani di tutto il Parco. Questo restauro è avvenuto grazie a due donazioni Artbonus, piattaforma ministeriale che favorisce le donazioni private per la tutela del patrimonio culturale ed artistico.

”   La Cooperativa L’Arco Di Giano ha avuto un ruolo fondamentale nella recente assegnazione di oltre 940 mila euro di fondi del Pnrr nell’ambito del Decreto relativo alla valorizzazione di parchi e giardini storici –  sottolinea Roberto La Marca, presidente CulTurMedia Legacoop Liguria -. Grazie alla rievocazione storica sarà davvero possibile immergersi in quell’atmosfera ed immaginarci il Parco che è stato e il Parco che sarà. Ulteriore segno di una capacità di progettazione complessiva che permetterà, proprio a seguito del buon esito del progetto presentato per il bando PNRR,  di  continuare i lavori nella zona tra il Palazzo e l’inizio del Parco con il ripristino della Sala Verde e dell’adiacente Ninfeo nascosto della fine del Seicento”.

Per info sull’evento dell’11 settembre: info@villadurazzopallavicini.it 010 8531544 / 393 8830842

Condividi
Tags:

Comunicazione e Bandi

Popup

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Cookie policy