30 Lug 2021

Tiemme in Val Venosta. Quando la raccolta delle ciliegie a luglio diventa un’esperienza cooperativa

Angola, Moldavia, Romania, Italia. Non è una finale olimpica. Sono i paesi da dove provengono i giovani che lavorano per la Cooperativa Tiemme in Val Venosta in occasione della raccolta di ciliegie di luglio.
“ Per il nostro cliente Rizzi Group a Glorenza gestiamo il magazzino dedicato all’ortofrutta prodotta in loco – spiega Alessandro Testa, presidente della cooperativa genovese -. In occasione della raccolta di ciliegie, che in questa zona scatta a luglio, c’è un picco di lavoro che necessita l’assunzione di 15/20 persone come stagionali. Oltre ad alcuni italiani, ci sono ragazzi che arrivano da paesi diversi, quest’anno da Angola, Moldavia, Romania. Vivono in Italia e questa è un’occasione per integrare i loro redditi o per potersi pagare gli studi”.
La Ricci Group  nelle aree di coltivazione in Alto Adige punta sulla produzione biologica dagli anni 80. A un’altitudine compresa tra i 700 e i 1.000 m sopra al livello del mare, principalmente in Val Venosta, coltiviamo ciliegie, mele e verdure.
Per questa raccolta mette a disposizione una foresteria gratuitamente. I ragazzi così hanno la possibilità di vivere insieme in spazi comuni anche nel tempo libero.
“ E’ un esempio di cooperazione del quale siamo molto orgogliosi – conclude Alessandro Testa -. Un’esperienza positiva di aggregazione, capace di creare relazioni che durano nel tempo. Non è un caso che molti ci chiedono di tornare a fare questa esperienza”.
Condividi
Tags:

Comunicazione e Bandi

Popup

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Cookie policy