28 Giu 2019

Note Genovesi tra i caruggi con la Coop Archeologia

Da Fabrizio de André a Luigi Tenco, da Bruno Lauzi a Umberto Bindi fino a Gino Paoli e Ivano Fossati: sarà un itinerario dedicato ai luoghi cantati e vissuti dai massimi interpreti della “scuola genovese” della canzone d’autore l’appuntamento in programma domenica 30 giugno proposto da Enjoy Genova, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici della Liguria in compagnia di esperti e archeologi, a cura di Cooperativa Archeologia (www.enjoygenova.it).

“Note Genovesi tra i caruggi: sulle strade dei cantautori della Città Vecchia” è una novità assoluta del cartellone di Enjoy Genova. Da via al mare di Fabrizio De André affacciata sul Porto Antico, a Via della Maddalena e Via del Campo, da Via Pré a Via Antonio Gramsci, vita e ispirazione per Fabrizio De André ma non solo: Luigi Tenco, Bruno Lauzi, Umberto Bindi, Gino Paoli, Ivano Fossati e anche la gioventù di Michele Maisano e l’infanzia di Angelo Branduardi. La passeggiata sarà inoltre  accompagnata dai versi dei poeti genovesi Eugenio Montale e Giorgio Caproni, tra ironia ed emozione in una delle aree già di per sé ricca di storia. Non soltanto vicoli, ma anche piazze, colline e mare, in cuo ogni aspetto è un ricordo musicale o poetico.

Dicono gli organizzatori: “Si tratta di un percorso nel cuore della città antica attraverso le parole di “un gruppo di amici” dal talento straordinario, conosciuto come “scuola dei cantautori genovesi” che iniziò a scrivere canzoni quasi per gioco e senza accorgersene si ritrovò ad aver scritto un pezzo della storia genovese e non solo.  La musica inizia a esprimere il malessere sociale e il vissuto spogliato di ogni retorica con strofe che raccontano aspetti e luoghi tipicamente genovesi: la ritrosia, l’apparente distacco, i colori del mare e le armonie e le disarmonie che si possono cogliere per le vie della città. Passeggiando per le vie del centro storico si potranno scoprire storie note e meno note relative alla vita e ai componimenti di questi cantautori”.

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 335 1278679 e a enjoygenova@archeologia.it, attivazione della visita al raggiungimento di un numero minimo di persone. Per ulteriori informazioni www.enjoygenova.it. A tutti i partecipanti sarà distribuita la fidelity card per collezionare i timbri e ottenere una visita gratuita.

Info: prezzo della visita 12€ , prezzo speciale riservato ai soci Coop o tesserati Giardini Luzzati 10€.

Condividi
Tags:

Commenti