Otto posti nelle cooperative Coopsse e Il Biscione con il progetto Tessuti Meticci

Di   /  1 aprile 2015   

biscionecoopsse

Il Dipartimento per la Gioventù – Ufficio per il Servizio Civile Nazionale – ha pubblicato il bando per il Servizio Civile Nazionale per il 2015. I giovani e le giovani tra i 18 ed i 28 anni che intendono candidarsi potranno farlo entro il 16 aprile 2015.

Nell’ambito dei progetti presentati da Legacoop è possibile candidarsi per il progetto “Tessuti Meticci”, progetto frutto di una collaborazione tra le cooperative genovesi COOPSSE e Il BISCIONE, cooperative da anni impegnate nei servizi socio-educativi e che collaborano sul territorio. L’attività mette a disposizione 8 posti per volontari/e che verranno impiegati/e in sei sedi di attuazione.

Il Progetto “Tessuti Meticci” intende promuovere partecipazione, integrazione e comportamenti e stili di vita sostenibili, con attività di animazione culturale rivolte ai circa duecento bambine/i e ragazze/i ed alle loro famiglie, e ai nuclei “madre bambino” che frequentano i servizi socioeducativi, diurni e residenziali, gestiti dalle due cooperative sociali, stimolando una mentalità solidale ed ecologica, incoraggiando azioni più rispettose dell’ambiente, favorendo l’interazione e lo scambio di buone pratiche tra le varie realtà del territorio.
Il Progetto si realizza nelle sedi accreditate, nei territori del Municipio Centro Ovest e V Valpolcevera.
Le attività proposte verteranno attorno a due temi cruciali: la sostenibilità ambientale e il tema dell’integrazione e del confronto interculturale e intergenerazionale.

Il progetto “Tessuti Meticci” intende valorizzare l’esperienza di due cooperative sociali genovesi aderenti a Legacoop Liguria, Coopsse onlus e Il Biscione, impegnate da anni nel territorio nella gestione di servizi socioeducativi e socioassistenziali rivolti a diverse tipologie di utenza e attive nella promozione dei valori della cooperazione, delle pari opportunità, della dignità della persona, della costruzione di legami di comunità e della partecipazione.

Destinatari diretti del progetto:
25 bambine/i e adolescenti seguiti dalle due Comunità;
8 nuclei madre/bambino;
20 adolescenti seguiti dal CSE (Valpolcevera)
16 bambine/ seguiti dal CSE Il Girasole (Centro Ovest)
100 contatti adolescenti seguiti dal servizio di Educativa territoriale

Beneficiari indiretti del progetto :
Le famiglie, che beneficeranno anche nella vita domestica quotidiana, delle buone
pratiche imparate dai figli.
Gli insegnanti dei ragazzi interessati, che potranno contare su un mutato atteggiamento nei confronti della cura e della manutenzione di luoghi e cose, in un migliore utilizzo delle risorse e in un accresciuto senso civico.
Gli amici coetanei che, in una sorta di “peer education”, avranno la possibilità di condividere una migliore sensibilità civica.
La collettività, che potrà contare su persone, piccole e grandi, più consapevoli e sensibili nell’utilizzo delle risorse territoriali .
Le persone che ruotano attorno alle Comunità, amici, vicini, operatori sociali che beneficeranno di un miglior clima relazionale, basato sul rispetto del proprio ambiente di vita.
La cittadinanza del quartiere che grazie alla promozione del confronto interculturale sarà aiutato nel non percepire più i “nuovi” genovesi come minaccia.

Le Cooperative Sociali IL BISCIONE e COOPSSE, aderenti a Lega Coop sociali, intervengono da più di trent’anni in questi territori e nella ricerca continua di strategie per migliorare la qualità della vita dei bambini e dei ragazzi ospitati presso le strutture educative, e intendono, con questo progetto, attivare modalità educative e progettualità innovative per rinforzare i legami nel territorio e della comunità, diffondere consapevolezza e azioni concrete nell’utilizzo sostenibile delle risorse, nella lotta alla povertà, nella manutenzione degli spazi verdi e di gioco dei quartieri, nel riuso creativo dei materiali di scarto, nell’attenzione al risparmio energetico.
I minori che frequentano i servizi, sedi accreditate di questo Progetto di SCN, sono circa 200 , in buona parte segnalati dall’Ambito Territoriale Sociosanitario di Zona e, per il 40%, su Provvedimento dell’Autorità Giudiziaria – Tribunale pe i Minorenni. Una parte invece accede in forma libera ai servizi di “bassa soglia” (educativa territoriale).

Per le 4 posizioni nei servizi COOPSSE contattare Luca Oddone (responsabile del progetto) al n. 3351302727, sgq@coopsse.it;
Per le 4 posizioni nei servizi Il Biscione contattare Emanuela Serra, serraemanuela@libero.it

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →