Cooperazione di comunità, riparte la scuola nazionale. Esperienze liguri in primo piano

Di   /  11 dicembre 2015   

IF

Si svolgerà nel cuore dell’Appennino reggiano la seconda edizione della “Scuola di cooperazione di comunità” promossa dall’Alleanza Cooperative Italiane con il contributo della Regione Emilia-Romagna. Un mese di confronti (da metà gennaio a metà febbraio 2016), approfondimenti, analisi ed elaborazione di progetti finalizzati a ridare prospettive economiche, e così anche prospettive di vita e di lavoro, a piccole comunità altrimenti destinate all’abbandono.
E l’esperienza ligure – grazie al forte investimento di Legacoop Liguria – sarà in primo piano, con una serie di testimonianze dirette, insieme a quelle di Trentino Alto Adige, Toscana, Emilia Romagna
La scelta di dell’Appennino reggiano come sede della nuova edizione del progetto dell’Alleanza Cooperative Italiane non è casuale: proprio nel contesto territoriale del Parco nazionale dell’Appennino tosco emiliano e della nuova area MAB Unesco, infatti, già vent’anni fa si sono insediate le prime esperienze apripista della cooperazione di comunità, con particolare riferimento alle cooperative Valle dei Cavalieri e Briganti del Cerreto.
La scuola è aperta a tutti coloro che intendono conoscere questo strumento e apprenderne – per replicarle altrove con la flessibilità insita in questo modello di cooperazione – le modalità di lavoro, di divulgazione e valorizzazione quale strumento di tenuta e sviluppo territoriale. Il programma prevede due momenti residenziali (il 15/16 gennaio a Cerreto Alpi e il 29/30 gennaio a Succiso) con interventi. Sarà presente anche Mauro Lusetti, presidente nazionale Legacoop.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →