7 Giu 2019

Legacoop e Coopfond ” per le cose che abbiamo in comune “. Ecco il bando Coopstartup per le coop di comunità

Favorire la creazione, il consolidamento e lo sviluppo di cooperative di comunità, un modello innovativo di impresa finalizzato all’interesse generale delle comunità locali che punta, attraverso la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione dei beni comuni, a contrastare lo spopolamento delle aree interne o il degrado delle grandi città.
È l’obiettivo del bando Coopstartup “Rigeneriamo comunità”, promosso da Legacoop e da Coopfond – con il sostegno di Banca Etica, Fondazione Finanza Etica, e la partnership con soggetti dell’associazionismo e della promozione territoriale – che ha preso il via a giugno e si rivolge a gruppi, composti da almeno 3 persone, che intendano costituire un’impresa cooperativa aderente a Legacoop, e a cooperative aderenti a Legacoop costituite a partire dal 1° gennaio 2018.
I gruppi e le cooperative neocostituite che intendano partecipare al bando debbono avere sede, e prevedere che il proprio progetto si sviluppi, in aree interne, piccoli comuni, aree urbane degradate, aree agricole incolte o abbandonate, aree naturalistiche e naturali protette, aree di interesse storico, paesaggistico e culturale.
” Dall’avvio del modello delle Cooperative di Comunità, Legacoop e Coopfond hanno compreso appieno l’importanza del loro ruolo sul territorio – sottolinea Roberto La Marca, responsabile per Legacoop Liguria del settore -. Il lancio di questo Bando contribuirà ulteriormente a diffondere obiettivi di mutualità e solidarietà che possano coinvolgere cittadini, imprese, associazioni che su quel territorio vivono e lavorano”.
Saranno ammessi al bando idee e progetti imprenditoriali indirizzati al potenziamento delle risorse e al miglioramento della qualità della vita delle comunità locali attraverso lo sviluppo di una combinazione di attività quali, ad esempio, interventi finalizzati alla riqualificazione di beni che rispondono a un interesse pubblico, alla tutela dell’ambiente, del decoro urbano e al recupero di luoghi in disuso, alla valorizzazione del patrimonio storico e culturale, allo sviluppo di energie rinnovabili, al riuso e al riciclo.
Le candidature dovranno essere presentate online attraverso la piattaforma Coopstartup, raggiungibile dal sito www.coopstartup.it/rigeneriamocomunita compilando ed inviando il modulo di candidatura entro e non oltre le ore 14.00 del 31 Agosto 2019.
Il bando prevede una prima selezione di 20 progetti ai quali sarà garantito un supporto di formazione e di assistenza tecnica per la redazione del business plan che dovrà prevedere un piano di raccolta fondi attraverso il crowdfunding. Per i promotori di questi progetti è prevista la partecipazione gratuita ad un corso di formazione in aula organizzato dai promotori e partner di progetto; l’accesso gratuito alla piattaforma di crowdfunding “Produzioni dal basso”; l’accompagnamento alla costituzione in cooperativa da parte di Legacoop, anche se non rientranti tra i progetti vincenti.
Al termine di una seconda selezione, verranno scelti i 7 progetti vincitori cui saranno garantiti l’accompagnamento alla costituzione in cooperativa da parte delle strutture e organizzazioni territoriali di Legacoop e, se decideranno di aderire a Legacoop, il raddoppio di quanto raccolto con il crowdfunding fino ad un massimo di 10mila euro, erogati da Coopfond.
A tutti i gruppi e neocooperative iscritti al bando sarà garantito l’accesso gratuito ad un programma di formazione finalizzato alla costituzione di startup cooperative attraverso la piattaforma di e-learning “10 Steps and Go”.

Condividi
Tags:

Commenti