Via d’Amelio 25 anni dopo: l’impegno di coop, CGIL e Arci per non dimenticare

Di   /  18 luglio 2017   

paolo-borsellino

Spi Cgil, Arci Imperia, in collaborazione con SPES e Associazione soci coop di Ventimiglia promuovono presso il SALONE PARROCCHIALE di SANT’AGOSTINO – Piazza Ettore Bassi – Ventimiglia l’incontro “Etica e responsabilità: rinnovare un impegno”

Ne parlano oggi, martedì 18 Luglio , alle ore 17,30
Enrico Revello – Segretario SPI Imperia
Matteo Lupi – Referente area legalità democratica Arci Liguria
Enzo Bertolino, Direttore di Soci e Consumatori di Coop Liguria
Giovanni Novello – presidente COSEVA
Da anni Arci e Spi Cgil collaborano nella promozione del campi della legalità: obiettivo principale dei laboratori a VENTIMIGLIA è quello di diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico che possa efficacemente contrapporsi alla cultura della violenza e dell’oppressione, indicando anche nell’accettazione delle differenze un valore aggiunto di convivenza civile.
Il 19 luglio ricorrono i 25 anni dalla strage di Via d’Amelio: è l’occasione per ricordare la figura di Borsellino ed il suo ruolo nella storia della lotta alle mafie in Italia ed il ruolo dell’antimafia sociale che ha avuto in lui uno dei più straordinari pionieri.
Diceva Paolo Borsellino: “La lotta alla mafia non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le più adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di libertà che fa rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della complicità.”
L’evento ha il patrocinio del Comune di Ventimiglia ed è svolto in collaborazione con Coop Liguria sezione soci di Ventimiglia e Spes Onlus di Ventimiglia

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →