Stop alle false cooperative: in Liguria hanno firmato in 4.000

Di   /  28 ottobre 2015   

Sub

Ha firmato il sindaco di Genova, Marco Doria. Hanno firmato Toti e Paita. Hanno firmato sindaci, assessori, consiglieri di tutti i Comuni della Liguria, sindacati, altre associazioni di categoria. E hanno firmato migliaia di persone senza cariche istituzionali.
Tutti uniti da un unico obiettivo: stop alle false cooperative.
In Liguria hanno firmato in 4.000 per arrivare alla proposta di legge di iniziativa popolare. E l’ultimo scatolone con tutte le firme autenticate ( un lavoro organizzativo enorme realizzato dall’Alleanza delle Cooperative) è partito ieri da Genova per Roma dove venerdì 30 sarà svelato il numero raggiunto in tutta Italia.
L’Alleanza delle Cooperative chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe e più incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche.
C’erano sei mesi di tempo per raccogliere almeno 50 mila firme, che verranno consegnate al Parlamento. Il 29 ottobre 2015 alle ore 10.30, il Comitato promotore dell’Alleanza delle cooperative italiane consegnerà alla Camera dei Deputati le firme raccolte in questi sei mesi in tutta Italia e svelerà il numero raggiunto.
Alla “piccola” Liguria (ha il 2,6% della popolazione complessiva)  è stato chiesto di raccogliere l’8%  delle firme occorrenti (50.000), forti della tradizione cooperativa della nostra regione.
La campagna in Liguria ha preso avvio il 19 maggio ad Albisola Superiore e si è conclusa il 12 ottobre a Genova: un percorso sviluppato in oltre cinquanta iniziative che si sono dipanate nelle Province di Genova, La Spezia, Savona ed Imperia.
“ Lo sforzo delle nostre organizzazioni è stato massiccio – commentano i vertici dell’Alleanza della Cooperative in Liguria, Gianluigi Granero, Stefano Marastoni e Pietro Civello -. Ma sin dai primi incontri ci siamo resi conto quanto questa iniziativa potesse contare su una straordinaria spinta dal basso. Era come se la gente aspettasse da tempo solo un luogo, un evento, per poter dare il proprio contributo a porre fine ad una situazione che sta mettendo in pericolo migliaia di cooperative oneste e centinaia di migliaia di lavoratori che svolgono regolarmente il loro lavoro”.
Regole che sono state alla base della raccolta firme coinvolgendo decine di rappresentanti istituzionali che hanno svolto il ruolo fondamentale di accertatori in tempo reale delle firme raccolte.
La proposta di legge prevede, tra i diversi aspetti, la cancellazione dall’Albo delle Cooperative e la conseguente perdita della qualifica di cooperativa, per le imprese che non siano state sottoposte alle revisioni/ispezioni; tempestiva comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’Agenzia delle Entrate per contrastare il fenomeno di cooperative che nascono e cessano l’attività nel giro di pochi mesi accumulando debiti nei confronti dell’Erario.
Venerdì alle 10.30 si saprà il dato nazionale. Intanto la Liguria ha portato in dote le sue 4.000 schede. Una dote per costruire lavoro in tutta la regione.

Ecco di seguito un primo elenco di coloro che hanno svolto il fondamentale ruolo di autenticatori delle firme.

Enrica Chiarini (Assessore Comune di Imperia)

Silvano Anfossi (Consigliere Comunale di Imperia)
Gianfranca Mezzera (Consigliere comunale Imperia)
Davide Gibelli (Sindaco di Camporosso)
Valerio Nurra (Consigliere Comune di Sanremo)
Federica Leuzzi (Consigliere Comunale di Ventimiglia)
Eugenia Pastor (Consigliere Comunale di Ventimiglia)
Giulia Colangelo (Segretario generale Comune di Savona)
Andrea Bruzzone (Consigliere comunale Savona)
Piero Fresco (Consigliere comunale Savona)
Paolo Apicella (Assessore provinciale Savona)
Isabella Sorgini (Assessore provinciale Savona)
Federico Larosa (Consigliere provinciale Savona)
Mariangelo Vio (Consigliere comunale Albenga)
Fulvio Briano (Sindaco Cairo Montenotte)
Fulvia Maria Berretta (Consigliere comunale Cairo Montenotte)
Sergio Lugaro (Assessore Comune di Savona)
Lucio Padovani (Consigliere comunale Genova)
Cristina Lodi (Consigliere comunale Genova)
Barbara Comparini (Consigliere comunale Genova)
Giampaolo Malatesta (Consigliere comunale Genova)
Nadia Canepa (Consigliere comunale Genova)
Simone Leoncini (Presidente Municipio 1 centro Est)
Marco Beatini (Consigliere comunale Torriglia)
Piero Benvenuto (Consigliere comunale Sestri Levante)
Marcello Delfino (Consigliere provinciale La Spezia)
Tiziana Cattani (Consigliere comunale La Spezia)
Paola Barsotti (Assessore Comune Portovenere)
Andrea Antola (Consigliere comunale Sarzana)
Patrizia Leporelli (Segretario comunale Sesta Godano)
Sabina Desiderato (Segretario comunale Varese Ligure)

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →