Riforma degli appalti. Legacoop e Generazioni Liguria spiegano le novità

Di   /  12 aprile 2016   

contract

Venerdì 15 aprile, dalle ore 17 presso il Talent Garden di Sarzana, Legacoop Liguria e Generazioni Legacoop Liguria promuovono un seminario  che affronterà il tema del processo di riforma del sistema appalti.

Il nuovo codice degli appalti è all’ultimo passaggio, l’approvazione definitiva del Consiglio dei ministri che arriverà all’inizio della settimana, probabilmente martedì.

In un Paese in cui il mercato degli appalti pesa il 15 % del prodotto interno lordo è evidente l’importanza che avrà la nuova disciplina.

Parteciperanno Paolo Garbini, coordinatore Legacoop Liguria a La Spezia;  l’On. Raffaella Mariani, relatrice alla Camera dei Deputati della Legge 11/2016 ( che delega il Governo all’adozione di un nuovo Codice degli Appalti.);  il Sen.  Massimo Caleo, primo firmatario della legge di iniziativa popolare contro le false cooperative; il Presidente di Legacoop Liguria, Gianluigi Granero.

Importante il contributo dei giovani.

Giulio Delfino,  coordinatore dei giovani di Legacoop Liguria riuniti in Generazioni, presenterà  infatti un documento di analisi, con un approccio anche pratico dettato dalla propria esperienza lavorativa, della legge n. 11/2016.

Per il 18 aprile, termine della doppia scadenza della delega legislativa e del recepimento delle direttive Ue 23, 24 e 25 del 2015, il provvedimento sugli appalti dovrà aver avuto anche la bollinatura della Ragioneria, la firma del presidente della Repubblica e la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Il rispetto del termine europeo è stato, fin dall’inizio, un’indicazione netta del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e il governo ha ricordato anche nel Def l’importanza del codice appalti per rilanciare gli investimenti in infrastrutture.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →