Merenda con Coop Liguria nella ‘Spezieria del Povero Diavolo’ per il Pallio di San Lorenzo

Di   /  15 dicembre 2017   

Pallio_San_Lorenzo

Sabato 16 dicembre, dalle 16 alle 18, nel Chiostro Triangolare del Museo di Sant’Agostino, Coop Liguria e i giovani cuochi dell’Istituto Alberghiero Bergese, in collaborazione con il Settore Musei del Comune di Genova, offriranno una merenda a base di dolci e infusi, nella ‘Spezieria del povero Diavolo’. L’iniziativa, che ricalca quella proposta a maggio in occasione della Notte dei Musei, punta a raccogliere fondi per il restauro del Pallio di San Lorenzo, il prezioso manufatto di proprietà della città di Genova, alla quale fu donato nel 1261 dall’imperatore d’Oriente Michele VIII Paleologo.

Il menu della Spezieria, rigorosamente medievale come il Pallio, sarà preparato con la logica del recupero e del riuso, per promuovere la cultura della lotta allo spreco. Prevederà:
sablé alla curcuma e ai ceci; biscotti di frolla al pimento e al pepe rosa.
infusione alla cannella e alloro; infusione allo zafferano.

Gli avventori, compresi i visitatori del mercatino di San Nicola, quest’anno allestito in Piazza Sarzano, potranno acquistare un coupon da 5 euro, destinati al restauro del Pallio, che darà diritto a prelevare un dolce e una bevanda.
Chi lo desidera potrà anche acquistare un sacchettino di frollini al prezzo di 3 euro.
I dolci saranno preparati dagli studenti del Bergese con la guida dei loro insegnanti, utilizzando gli ingredienti messi a disposizione da Coop Liguria.

Non si tratta della prima iniziativa che Coop organizza per sostenere la raccolta fondi lanciata dal Comune di Genova per il restauro del Pallio di San Lorenzo, ormai quasi ultimato. L’intervento ha richiesto circa 200 mila euro, raccolti sia attraverso i contributi del Comune e di alcune importanti Fondazioni, sia grazie alle donazioni dei cittadini, compresi molti Soci Coop.

  • Intervento del Prefetto Ennio Maria Sodano al convegno “Agire La Legalità”

You might also like...

foto

Coop e riuso dei beni confiscati. Un network sul territorio per decisioni più rapide

Read More →