Legacoop sostiene la campagna per l’acqua potabile a Gaza

Di   /  5 agosto 2014   

Acqua

Legacoop sostiene la campagna umanitaria SOS Gaza per garantire l’acqua potabile a 90mila persone della Striscia di Gaza, di cui 40mila bambini e 25mila donne. La drammatica escalation di violenza nell’area rende necessaria un’urgente mobilitazione per soccorrere la popolazione civile. La campagna è stata lanciata da GVC, un’organizzazione non governativa, aderente a Legacoop, attiva in 24 Paesi del mondo e presente in Palestina dal 1992.

Ad oggi, le Nazioni Unite riferiscono di oltre mille palestinesi uccisi di cui la stragrande maggioranza civili, donne e bambini, di più di 6.000 feriti, 215mila sfollati ai quali non è permesso lasciare la Striscia di Gaza. Nonostante le condizioni di rischio, gli operatori di GVC si sono subito attivati per visionare i danni subiti a causa dei continui bombardamenti e capire come sostenere la popolazione e le strutture sociali e sanitarie.

Al momento tra le necessità principali c’è quella di garantire alla popolazione locale l’accesso all’acqua, in particolare attraverso: la fornitura diretta di acqua e il ripristino delle reti idriche distrutte dai bombardamenti, assicurando così la fornitura di acqua alle famiglie e alle strutture sanitarie e sociali, quali ospedali asili e scuole. Verranno inoltre distribuiti voucher per l’acquisto di carburante per permettere il funzionamento dei sistemi di depurazione, desalinizzazione e pompaggio dell’acqua sia per le famiglie che per le strutture collettive e kit di emergenza per evitare il rischio di malattie derivanti dalle disastrose condizioni igieniche.

Per sostenere la popolazione di Gaza è possibile effettuare una donazione al conto corrente dedicato:

IT 21 A 05018 02400 000000101324 intestato a GVC onlus, presso Banca Etica, specificando nella causale “SOS GAZA Legacoop”.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →