Keep in Touch. Il progetto europeo di Shiatsu-Do e Cooperativa Librotondo

Di   /  20 marzo 2017   

IF

Lo Shiatsu è il protagonista di un progetto finanziato dalla Comunità Europea. Per la prima volta nella sua storia.
“Keep in Touch – Shiatsu Techniques for Building Relationshops”, così si chiama il progetto sviluppato da Shiatsu-Do Volontariato Onlus insieme alla Cooperativa Librotondo, decolla a Genova oggi con una settimana di formazione intensiva coinvolgendo formatori ed educatori da Grecia, Polonia, Portogallo, Romania e Italia.
Nel dettaglio, “Keep in Touch” prevede che ogni partner, con un team di 5 persone, partecipi ad una formazione intensiva di Shiatsu della durata di una settimana. Durante questo training verranno fornite tecniche “dolci” espressamente mirate alle necessità di ciascun contesto.
” Al termine della formazione, al ritorno nel proprio Paese, i partecipanti dovranno praticare un adeguato numero di trattamenti Shiatsu presso le rispettive organizzazioni – spiega Guido Bagni, Istruttore Accademia Italiana Shiatsu Do e ideatore -. E fornire dei report scritti che descrivano, in un arco di tempo di 5 mesi, se e in che modo lo Shiatsu abbia portato dei risultati in termini di miglioramento della qualità della vita, sviluppo e consolidamento di relazioni”.
Con questo progetto si fanno conoscere in diversi Paesi uno Shiatsu da praticare assieme a bambini con disabilità, giovani migranti, adolescenti in difficoltà.
” Un progetto che consolida la capacità della nostra cooperativa di coordinare progetti internazionali – spiega Lucy Tringali, presidente della Cooperativa Librotondo – trasformando Genova in una laboratorio dove avviare iniziative innovative che si occupano di giovani con un’attenzione particolare a bambini e ragazzi in condizioni sociali considerate a rischio”.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

pres1

Decolla a Imperia il Presidio di Legalità. Così prosegue la lotta alla concorrenza sleale

Read More →