DRAW not WAR. Tatabox si trasforma in un cinema. Per capire come disegnare e non fare la guerra

Di   /  24 febbraio 2017   

copia1

Oggi, venerdì 24 Febbraio alle 18,  la sede della Cooperativa Tatabox ( via Fieschi 69 r) si trasforma in cinema per la proiezione di “DRAW not WAR, Disegna non fare la guerra”: tre film animati sul tema della pace realizzati da studenti provenienti da Bosnia, Israele e Irlanda del Nord.

Matteo Valenti, ideatore e regista del progetto, racconterà tutti passaggi che hanno portato alla realizzazione di questa importante iniziativa, diventata anche un premio per le arti grafiche riservato a scuole e università della Liguria.

IL PROGETTO

Sostenuto da Coop Liguria e con il patrocinio di Comune e Provincia di Genova, Regione Liguria, Ministero degli Affari Esteri e Ministero dell’Istruzione, Draw Not War è un progetto cinematografico composto da tre cortometraggi d’animazione con il compito di raccontare tre sanguinosi conflitti: cattolici e protestanti in Irlanda del Nord, Israeliani e Palestinesi in Medio Oriente e bosniaci musulmani, serbi e croati a Sarajevo.

L’iniziativa, ideata dal regista e sceneggiatore genovese Matteo Valenti, nasce con l’intento di favorire l’incontro tra ragazzi provenienti da diverse realtà, raccontando la guerra direttamente dal loro punto di vista. I cortometraggi, dal forte contenuto simbolico, sono stati realizzati con la collaborazione degli studenti di quattro scuole liguri: il liceo artistico Klee-Barabino e l’alberghiero Marco Polo di Genova, il Chiabrera-Martini di Savona e il Luzzati di Chiavari.

Draw Not War, inoltre, è anche un documentario che racconta il dietro le quinte del progetto, dall’incontrodei ragazzi fino alla realizzazione dei disegni che compongono i tre film animati.

Oltre ad aver ottenuto il patrocinio di Comune e Provincia di Genova, Regione Liguria, Ministero degli Affari Esteri e Ministero dell’Istruzione, il progetto ha partecipato a numerosi festival internazionali ed è stato premiato con una medaglia dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La colonna sonora porta la firma di due importanti nomi della musica internazionale come U2 e Pearl Jam, che hanno concesso l’utilizzo di tre dei loro brani più famosi: “Sunday Bloody Sunday” e “Staring at the Sun” per la band di Bono e “Insignificance”per quella di Eddie Vedder.

IL PREMIO

Sotto l’insegna del motto “Disegna, non fare la guerra”, Draw Not War è anche un concorso per arti grafiche sul tema del dialogo e dell’integrazione. Possono partecipare studenti provenienti da scuole e università della Liguria con progetti riguardanti il mondo del disegno, dell’animazione, della grafica pubblicitaria e dei prodotti audiovisivi.

Info: Tel. 010 8179571 – 366 130789 / eventi@tatabox.it

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →