4 Giu 2019

Lugano arrivederci. E buon vento ai ragazzi che hanno scoperto l’ittiturismo a Imperia

Questa mattina 36 ragazzi di 15 anni della scuola “CANOBBIO” di Lugano sono stati ospiti dei pescatori imperiesi. Una gita studiata e progettata dal loro professore attraverso informazioni recuperate sui social. Un itinerario “da copiare” alla scoperta della nostra amata Liguria: ieri Genova con il Museo Galata del Mare, oggi Imperia con i pescatori del CONSORZIO PORTO PESCHERECCIO DI ONEGLIA e i biologi della COOPERATIVA Costae Balenae, domani mattina Ventimiglia ai Giardini Botanici Hanbury e pomeriggio al paese medievale di Dolceacqua per poi chiudere giovedì con l’escursione alle Grotte di Toirano. Tutto all’insegna della scoperta delle bellezze che il nostro territorio offre e che spesso noi sottovalutiamo.

I ragazzi silenziosi ed attenti hanno ascoltato il racconto di Massimo Gentile della lampara “INEJA II” che con passione ha raccontato la sua storia di “mare” e l’amore per un mestiere antico e faticoso che ogni giorno lo porta a solcare le acque cristalline del nostro splendido Mar Ligure, ricco di pesce buono e gustoso. Pesce che ha una vera e propria carta di identità che è l’etichetta che lo accompagna e che Lara Servetti di Legacoop ha illustrato raccomandandone una attenta lettura.

Si è parlato anche di pesce ritrovato e di stagionalità nonché delle prospettive di sviluppo che il settore della pesca può dare ai giovani tramite le nuove forme imprenditoriali di ittiturismo e pesca turismo. La parola ittiturismo non era mai stata sentita dai giovani elvetici che si sono mostrati curiosi di maggiori notizie. Si è quindi parlato dell’ittiturismo galleggiante Pingone ormeggiato nel Porto di Imperia Oneglia, nonché dell’ittiturismo Patrizia di Sanremo e della prossima apertura di un terzo ittiturismo galleggiante a Sanremo su cui saranno imbarcate due donne specializzato sul take-away. Al termine della mattinata non è poi mancato l’augurio di buon vento a questi giovani che si sono dimostrati attenti ed interessati.

“L’infopoint e i pescatori sono sempre disponibili per l’attività rivolta ai giovani, fa piacere constatare che la maggior parte dei ragazzi mostra interesse verso questo duro mestiere – ricorda Lara Servetti di Legacoop e Presidente del Consorzio Porto Peschereccio di Oneglia -. Tutto questo fa bene al nostro morale soprattutto dopo un inverno pesante come quello che fortunatamente abbiamo alle spalle”.

Condividi
Tags:

Commenti