11 Dic 2017

L’esperienza di Spes viaggia a livello nazionale. Lupi ” Sviluppo e inclusione vanno d’accordo”

Si è concluso a Milano il “grande viaggio” di Conad. La grande campagna di ascolto e di ricognizione delle comunità locali voluta da CONAd insieme al centro di ricerche AASTER si è chiusa con un giorno di riflessioni, dibattiti e testimonianze di tanti imprenditori, associazioni e rappresentanti del terzo settore che stanno lavorando per la rinascita dei territori.

Anche la cooperazione sociale della Provincia di Imperia ha avuto spazio, grazie alla testimonianza di Matteo Lupi, dal 2011 amministratore della Cooperativa Sociale Spes Coop Onlus di Ventimiglia, organizzazione protagonista nello sviluppo di una innovativa pratica di coinvolgimento delle fasce deboli nel mondo del lavoro.

“Portare speranza significa dare a tutti l’occasione di rendersi protagonisti attivi di un modello di sviluppo che non lascia nessuno indietro e che rende possibile l’inclusione di  tutte le diversità” – ha spiegato Matteo Lupi, intervistato da Gad Lerner -”.

Dal 2012 ad oggi la Spes ha creato opportunità occupazionale a 9 persone con disabilità, ma ha saputo dare impulso anche alla creazione della rete d’imprese “Le terre di confine” del progetto di emporio solidale di Ventimiglia, nonché ad un percorso di inserimento sociale di richiedenti asilo, ospiti di  centri di accoglienza della città di confine.

Condividi
Tags:

Commenti