4 Lug 2018

Le coop start up di Legacoop Liguria accelerano. E ora si “noleggiano” anche un manager

Le coop start up di Legacoop Liguria accelerano. E ora si “noleggiano” anche un manager per consolidare il loro successo.
A Roma si sono riunite infatti tutte le start up che a livello nazionale sono state finanziate da Coopfond nell’ambito del progetto Coopstartup. Le liguri ( nate peraltro dal progetto specifico Coop Liguria Start up) hanno confermato anche a questo incontro la voglia di consolidarsi sul mercato approfittando di tutte le opportunità che il programma di accelerazione sviluppato da Coopfoond mette a disposizione.
“Abbiamo avuto la possibilità di analizzare e capire come migliorare le performance delle nostre cooperative – spiega Anna Lo Scalzo, coordinatrice ligure di Generazioni Legacoop Liguria – su molti aspetti: dal prezzo del prodotto, alla comunicazione, alla gestione del budget.
Ora si passerà alla fase successiva tra luglio e agosto: tramite videoconferenza avremo la possibilità di avere a disposizione tre manager per tre ore nei settori che ogni coooperativa ha chiesto di voler approfondire. E poi a seguire potremo “noleggiare” un manager – anche differente dai tre precedenti – che per 10 ore sempre in videoconferenza ci aiuterà a capire come migliorare il nostro posizionamento complessivo sul mercato”.
All’incontro presenti Brigì, Tatabox, Boschi Vivi, ABAcadabra, Ghinghinelli: cinque coop liguri che in questi anni hanno confermato la loro capacità di stare sul mercato. E ora hanno intenzione di rinforzare le competenze nei diversi aspetti dei loro business.
” Condividere i dubbi o le problematiche è uno dei momenti centrali e di maggior crescita per le nostre realtà e rispecchia perfettamente lo spirito collaborativo e cooperativo che ha contraddistinto fin dal principio l’esperienza di Coop Liguria Startup – spiegano Roberto La Marca e Paola Bellotti che hanno seguito sin dall’inizio per Legacoop Liguria lo sviluppo di queste coop, da quella di comunità come Brigì, alle altre impegnate comunque sempre sul territorio -. Ora grazie a questo supporto a livello nazionale il confronto si alza ulteriormente di livello. Ma le nostre cooperative sono pronte da tempo a questo salto di qualità”.

Condividi
Tags:

Commenti