4 Apr 2014

La formazione lancia le attività di ittiturismo

Si è chiusa ieri a Oneglia la seconda tranche di corsi formativi rivolti agli  imprenditori ittici. Da ottobre 2013 ad oggi sono stati formati oltre 220 lavoratori. Con l’inizio della stagione di pesca i corsi saranno sospesi per poi essere  replicati a ottobre e novembre durante il fermo temporaneo.

“Il corso che si è concluso ieri, a cui hanno partecipato 40 operatori, era  rivolto agli alimentaristi addetti alla manipolazione, somministrazione e  trasformazione del prodotto ittico. Si spera quindi che nei prossimi mesi le  attività di ittiturismo crescano significativamente – afferma Barbara Esposto, direttore del Centro Assistenza Pesca di Legacoop Lega Pesca Liguria – . Crediamo fermamente in questa forma di turismo alternativo che consentirà  di valorizzare appieno un settore come quello ittico la cui valenza turistica è indiscussa.”

Tutto questo è una conferma della strategicità per il Ponente Ligure delle  strutture per la pesca del Porto di Imperia Oneglia.

“ Ieri all’Infopoint di Oneglia c’erano  pescatori di Finale Ligure, Loano e Sanremo ma soprattutto molti giovani ed alcune donne – sottolinea Lara Servetti, presidente del Consorzio Porto Peschereccio -.  Stiamo lavorando affinché l’ ittiturismo galleggiante nei prossimi mesi faccia la sua comparsa anche a Imperia”.

Condividi
Tags:

Commenti