18 Apr 2014

A Pasquetta servizio garantito all’Ipercoop della Spezia per soci e consumatori

In merito allo sciopero indetto da Filcams-CGIL per impedire l’apertura dell’Ipercoop di  La Spezia nel giorno di Pasquetta, la Divisione Ipermercati di Coop Liguria ha diramato un comunicato dove vengono spiegate le ragioni della cooperativa.

“ La questione di principio sulle aperture commerciali nelle giornate festive non  corrisponde alle esigenze della generalità dei consumatori – si legge nel comunicato firmato da Maurizio Fasce, responsabile politiche del personale della Divisione Ipermercati di Coop Liguria -. Basti pensare che il 17% dei  consumatori degli Ipercoop liguri realizza i suoi acquisti nelle giornate di festività nazionale e di domenica.

Il lavoro festivo assicura anche all’occupazione un contributo ormai determinante: nel  2013 abbiamo retribuito oltre 200.000 ore di lavoro in giornate festive, pagato sino al  doppio della paga normale. Si tratta di lavoro aggiuntivo per oltre 100 persone a tempo pieno, di cui il 30% nella sola provincia spezzina.

Voler ridurre questa opportunità aggiuntiva, in piena recessione, è una azione pericolosa e contraria alla necessità di salvaguardare occupazione e reddito.

Non potendo rinunciare a svolgere come gli altri concorrenti la nostra missione,  avevamo cercato di trovare anche per la Pasquetta di quest’anno, come già in quelle  precedenti, un accordo sindacale nell’ambito del rinnovo del Contratto Aziendale,  offrendo condizioni migliorative rispetto a quelle che per due anni consecutivi gli stessi  sindacati avevano già firmato”.

L’offerta di Ipercoop , oltre alla volontarietà preferenziale, conteneva anche la riduzione del numero di prestazioni festive individuali.

“ Purtroppo Filcams-CGIL, nella fase finale del confronto, ha abbandonato il tavolo  ponendo una pregiudiziale sul tema delle festività tale da compromettere la capacità  competitiva della Cooperativa – prosegue il comunicato –  e quindi la tutela della sua occupazione. Il veto sindacale,  ha così portato alla disdetta dell’intero Contratto Aziendale.

Sorprende che non ci siano analoghe iniziative verso i nostri principali concorrenti,  pressoché tutti aperti in questa e in altre festività prossime, e privi di contrattazione integrativa.

Assicureremo comunque ai Soci e consumatori delle Terrazze, un adeguato servizio  prevenendo i possibili disagi causati dallo sciopero voluto dalla Filcams-CGIL, garantendo al tempo stesso il diritto al lavoro per chi non vorrà aderirvi”.

Condividi
Tags:

Commenti