ViviSmart a Genova. Coop si allea con Barilla e Danone per far crescere stili sani di vita

Di   /  29 settembre 2017   

smart1

Circa 590.000 cittadini coinvolti. 350 bambini della scuola primaria e i loro nuclei familiari. Più di 25 famiglie. 6 medici di medicina generale. 4 punti vendita. Questi i numeri “apripista” di un progetto che intende anche in Liguria riavvicinare la popolazione alle buone abitudini del modello alimentare mediterraneo. Il programma si chiama “ViviSmart” e nasce per creare un meccanismo virtuoso capace di aggregare le famiglie italiane intorno alla sana alimentazione e all’attività fisica.
L’iniziativa ( guarda il video allegato di presentazione e le video interviste) è frutto di un’inedita alleanza – unica nel suo genere in Italia, perché unisce il settore alimentare, il mondo delle cooperative di consumatori e quello delle fondazioni no profit – tra Barilla, Coop Italia, Danone, Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone, mossi dalla convinzione che solo l’unione delle forze e la condivisione di competenze possono condurre a proposte efficaci per la popolazione.

Il 33,5% della popolazione ligure di età superiore ai 18 anni è in sovrappeso, mentre il 10,1% soffre di obesità. Le abitudini alimentari, pur in un’epoca di sentito salutismo, risultano carenti in diverse componenti fondamentali per un corretto apporto alimentare e quindi per un’efficace protezione della salute: soltanto il 4,9% della popolazione ligure, ad esempio, consuma il giusto quantitativo di frutta e verdura. Per quanto riguarda l’attività fisica regolare, infine, il 36,2% della popolazione dichiara di non praticare alcuno sport e attività fisica.

“ViviSmart” propone un modello innovativo di approccio multifattoriale alla problematica degli stili di vita non corretti che si rivolge simultaneamente e in contesti diversi, ma con messaggi univoci, semplici e coinvolgenti, alle famiglie, ai punti vendita (Coop Corso Europa, Ipercoop L’Aquilone, Coop via Merano, Coop Il Mirto), alle scuole (Istituto Comprensivo Sestri Ponente, Istituto Comprensivo Teglia, Istituto Comprensivo Quarto, Istituto Contubernio D’Albertis), ai medici di medicina generale – individuati per l’importante ruolo rivestito in questo ambito. Tramite le nuove tecnologie, la piattaforma www.progettovivismart.it e l’hashtag #abcdpervivismart, il progetto, le cui attività nei punti vendita  e online inizieranno a partire dal 30 settembre, mira ad avviare un percorso di sensibilizzazione dell’intera famiglia sulle sane abitudini della dieta mediterranea, aumentando il grado di consapevolezza in tema di alimentazione equilibrata, partendo da quattro città coinvolte: Milano, Genova, Parma e Bari. Il Progetto Pilota realizzato su 25 famiglie, da settembre 2017 a maggio 2018, con il coinvolgimento della S.I.M.G. (Società Italiana di Medicina Generale), avrà l’obiettivo di sviluppare un pionieristico modello di intervento che, attraverso strumenti mirati e counseling, punterà a stimolare e favorire il cambiamento dello stile di vita di un gruppo di famiglie con almeno un bambino di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con problemi di sovrappeso in almeno uno dei componenti del nucleo. I progressi saranno monitorati e valutati attraverso parametri predefiniti, da cui deriveranno preziose informazioni scientifiche.

“Il nostro coinvolgimento nel progetto Vivi Smart – spiega il Presidente di Coop Liguria, Francesco Berardini – è perfettamente coerente con l’impegno che la nostra Cooperativa, da quasi 40 anni, si è assunta nei confronti della scuola, mettendo a disposizione di bambini, ragazzi e insegnanti progetti di educazione alimentare volti a diffondere tra i giovani stili di vita più sani e un approccio ai consumi più critico e consapevole. Un impegno che ha permesso a Coop Liguria di accreditarsi come interlocutore autorevole presso scuole, Istituzioni, mondo accademico e associazioni e di attivare collaborazioni prestigiose, come quella con l’Istituto Gaslini. Tutta questa vasta rete di contatti, oggi, viene messa a disposizione del progetto nato nell’ambito dell’alleanza con Barilla e Danone, al quale si punta a dare la massima diffusione”.

“Il progetto propone obiettivi alla portata delle famiglie, specifici, realistici, raggiungibili in un tempo definito, e, soprattutto, misurabili” prosegue Francesco Del Porto, President Region Italy and Global Chief Customer Officer Barilla. “L’obiettivo è rimettere al centro della vita delle famiglie i principi del modello alimentare mediterraneo, accompagnato dalla giusta attività motoria: per farlo si è deciso di coinvolgere nelle scelte i partecipanti, attraverso un innovativo approccio di “edutainment”, in grado di intrattenere ed educare i soggetti coinvolti”.

“C’è bisogno di un grande impegno per eliminare le cattive abitudini che fanno parte del nostro vivere quotidiano, dall’alimentazione che si allontana sempre più dal modello alimentare mediterraneo fino alla ridotta attività fisica” dichiara Sabina Cicogna, Customer Development Manager – Danone Italia. “L’importanza di piccoli gesti quotidiani e la centralità e il coinvolgimento del soggetto all’interno del percorso di acquisizione di maggiore consapevolezza sulle corrette abitudini alimentari e i sani stili di vita sono strumenti imprescindibili al fine di raggiungere risultati effettivi sui grandi paradossi legati al cibo e alla nutrizione”.

Il progetto ViviSmart vede unite Barilla, Coop Italia, Danone. Insieme a Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition, Associazione Nazionale Cooperative di Consumatori-Coop e Fondazione Istituto Danone

 

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →