Un altro Ponente possibile? Il caso dell’Ecovillaggio Torri Superiore dibattuto a Imperia

Di   /  22 luglio 2015   

IF

Giovedì 23 alle 20.45, in piazzetta dell’Olmo ad Imperia, le associazioni ApertaMente e Legambiente, con il Patrocinio della Provincia e del Comune di Imperia, e il sostegno del CESPIM, organizzano un incontro con Marino Magliani e Massimo Candela dal titolo ‘L’esperienza dell’ecovillaggio di Torri Superiore – Un altro Ponente è possibile?’
Massimo Candela illustrerà come funziona questa comunità di Torri Superiore che ha realizzato interventi rispettosi dell’ ambiente e che ha permesso di soddisfare i bisogni dei suoi membri, quali cibo, abitazione, istruzione, lavoro e rapporti sociali senza ricorso a pratiche distruttive.
Le attività a Torri Superiore sono gestite da tre organismi interrelati e in parte sovrapposti: l’Associazione Culturale Torri Superiore, la Società Cooperativa Ture Nirvane, la comunità residente, costituita da circa 20 persone (tra adulti e bambini) che vivono nell’ecovillaggio.
Nel corso dell’incontro sarà affrontato il tema della cura dell’uomo e dell’ambiente, in particolare del territorio ligure. L’esperienza dell’Ecovillaggio di Torri Superiore, dell’entroterra di Ventimiglia, sarà lo spunto della discussione. A Marino Magliani il compito di raccontare la bellezza della terra di Ponente e il desiderio di una vita migliore.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →