Settecentomila i giovani che scelgono la cooperativa per la loro idea d’impresa

Di   /  12 novembre 2013   

sealing-eat (6)

La crisi dell’occupazione spinge i giovani verso nuove forme di autoimprenditorialità. Sono 700mila – per ironia della sorte, quasi quanto i disoccupati italiani tra i 15 e i 24 anni – i giovani italiani che si dichiarano interessati a realizzare il proprio progetto imprenditoriale attraverso la forma cooperativa.

Lo conferma una ricerca commissionata da Legacoop a Swg e presentata durante il seminario «Giornate dell’economia cooperativa 2013» (Geco) .
Secondo la ricerca di Swg i giovani potenziali «nuovi cooperatori» hanno per il 53 per cento tra i 25 e i 34 anni, mentre il restante 47% ha un età compresa tra i 18 e i 24 anni. Per quanto riguarda il titolo di studio, il 69 per cento possiede un livello di istruzione medio-alto. Delle circa mille nuove cooperative che ogni anno aderiscono a Legacoop, un terzo nasce dalla volontà imprenditoriale di under 35.
La ripartizione territoriale vede in testa il Nord (50% interessati), seguito dal Sud (42%) e dal Centro (8 per cento). Sempre secondo Swg, L’analisi dei dati del primo Rapporto sulla Cooperazione italiana, elaborato dal Censis nel 2012, mostra che le imprese cooperative hanno conosciuto nell’ultimo decennio un forte sviluppo: il loro numero, infatti, tra il 2011 e il primo trimestre del 2012 é passato da 70.029 80.844, con un tasso di crescita superiore al 15 per cento.
Dai dati del 2012 di Unioncamere, invece – segnala Legacoop – si evince che il dinamismo di crescita delle cooperative giovanili è nettamente migliore di quello del totale delle imprese. Il tasso annuo di evoluzione delle imprese cooperative «giovani nel 2012 è stato 5,3 volte superiore a quello del totale delle cooperative, +12,2% contro +2,3 per cento. «Anche nel pieno della crisi – spiegano i curatori della ricerca – il positivo trend di crescita non si è mai interrotto. Soprattutto in un momento di passaggio come quello attuale, il tratto distintivo della cooperazione italiana è la capacità che questa ha dimostrato negli ultimi anni non solo di garantire la tenuta occupazionale, ma di continuare a costituire un bacino prezioso e per certi versi unico di nuove opportunità di lavoro». Complessivamente, sintetizzano i dati di Unioncamere, le imprese cooperative costituite da under 35 sono in totale 13.474 e rappresentano il 9% delle cooperative italiane.

Articolo tratto da Il Sole 24 Ore

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →