Scatta all’Ecovillaggio Torri Superiore il Borderland Festival – Festival delle Terre di Confine

Di   /  17 giugno 2016   

Torri Superiore

Scatta  la prima edizione del “Borderland Festival – Festival delle Terre di Confine” che da sabato 18 a domenica 26 giugno coinvolgerà tutto il comprensorio ventimigliese in sette diversi appuntamenti.

La  prima iniziativa di grande respiro de “Le Terre di Confine” prenderà il via sabato 18 giugno all’Ecovillaggio Torri Superiore, con il tema “I muri, confine fisico e mentale”. Dalle 16 è prevista la visita alle coltivazioni di aloe arborescens. Dalle 17 spazio allo Yoga della Risata, con la sessione gratuita “Risate senza confine”. A seguire dopo l’aperitivo offerto dai soci e la presentazione delle attività e dello spirito della Rete di Imprese (con una mostra fotografica), è prevista la cena all’Ecovillaggio (costo 17 euro). A partire dalle 21 ci sarà lo spettacolo itinerante nelle vie del caratteristico borgo, con un reading letterario, le installazioni artistiche di Rebecca Ballestra e One in the Loop (che si produrrà anche in una performance sul tema dei muri) e una proiezione multimediale di immagini sui muri di tutto il mondo. Dalle 22 circa, a conclusione della serata, la piece teatrale e musicale di Lei Garcia, artista filippina, dal titolo “La storia di Pina”, sul tema dei migranti e delle diseguaglianze sociali.

Domenica 19 giugno, dalle 17 alle 19, sarà invece l’isola pedonale di via Hanbury, a Ventimiglia, ad ospiterà l’evento “L’Arcobaleno oltre il confine”: una biblioteca umana nella quale appartenenti al Movimento Imperiese Arcobaleno, migranti e altre persone racconteranno, come se fossero un “libro vivente” le loro storie. Una o più bibliotecarie proporranno ai passanti la possibilità di ascoltare i racconti riguardanti alcuni degli argomenti più scottanti del momento, quali il tema del “gender” e quello dei migranti, provando a mettere a contatto, dopo tante parole, il pubblico con le reali esperienze vissute dai protagonisti.

Lunedì 20 dalle ore 21, al Cinema Cristallo di Dolceacqua, ci sarà “Confini rovesciati”, con una prima parte della serata dedicata alla migrazione dal Nord Europa alla Riviera (“Da Nord a Sud”, con la cura di Anna Fill), alla quale parteciperanno, in veste di testimoni del proprio vissuto, alcuni noti esponenti della comunità straniera (in particolare britannica e tedesca) stabilitasi in Val Nervia e val Roja. La seconda parte sarà invece incentrata sulla corretta alimentazione (“Nutrirsi o mangiare”) con un intervento a cura della nota nutrizionista Federica Giacosa, finalizzato alla scelta di un corretto stile di vita.

Il contenitore di eventi è organizzato dall’appena nata Rete di Imprese “Le Terre di Confine”, di cui fanno parte sei aziende: la Cooperativa Ture Nirvane (che gestisce l’Ecovillaggio Torri Superiore), la Cooperativa Sociale Spes, la società Le Api di Airole, e le aziende agricole Cristina Medici, Wilna Benso di Gianni Ballestra e Poderi San Gregorio di Patrizia Basso. L’Associazione Ortinsieme svolge la funzione di organo di controllo.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →