Savona s’illumina di meno. Ma è una buona notizia

Di   /  12 febbraio 2014   

head-illumino-crop

Anche quest’anno Coop aderisce a “Mi illumino di meno”, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla trasmissione di Radio 2 “Caterpillar”, per promuovere il risparmio energetico. Venerdì 14 febbraio, in tutta Italia, 1.400 punti vendita Coop – compresi i 39 negozi di Coop Liguria – abbasseranno simbolicamente le luci e, attraverso Radio Coop,  trasmetteranno in diretta  il programma condotto da Massimo Cirri, Paolo Maggioni e Sara Zambotti.

A Savona, inoltre, Coop sosterrà la “Festa del risparmio energetico”, in programma proprio venerdì 14 febbraio, in piazza Sisto IV, a partire dalle 15,30. ( in allegato vedi il dettaglio del programma)

L’iniziativa nasce intorno alla partecipazione del mandolinista savonese Carlo Aonzo al concorso per ideare l’inno 2014 di “Mi illumino di meno” . Il suo “Mandolinno”, scritto con Lorenzo Piccone e Luciano Puppo, si è classificato al secondo posto. Da qui l’idea, in collaborazione con il Comune, di promuovere un’iniziativa di piazza per parlare di risparmio energetico, mettendo insieme molte realtà del territorio: dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Genova, che si occuperà dei collegamenti audio e video, compreso un collegamento in diretta con “Caterpillar”, alle associazioni e alle imprese savonesi, che porteranno testimonianza delle molte iniziative intraprese a tutela dell’ambiente; dai gruppi musicali del territorio, che si esibiranno gratuitamente, al CUS Rugby Savona, i cui atleti forniranno l’energia per alimentare l’illuminazione del palco con biciclette a dinamo. Il Comune, dal canto suo,  spegnerà l’illuminazione pubblica di alcuni monumenti e attenuerà le luci intorno all’area della manifestazione.

 

Coop Liguria sarà presente con uno stand per informare sulle tante iniziative che adotta a tutela dell’ambiente. Per raccontarle in prima persona, salirà sul palco il direttore dell’Ipercoop di Savona, Cosimo Giudice, che ha già predisposto un collegamento per trasmettere la manifestazione di piazza Sisto sui monitor di tutte le tv esposte all’interno dell’ipermercato. Il video wall all’esterno del centro commerciale, inoltre, utilizzato solitamente per promuovere iniziative sociali o commerciali, sarà oscurato per tutta la giornata del 14 febbraio e recherà la scritta “Anch’io mi illumino di meno”.

 

Proprio all’Ipercoop Il Gabbiano di Savona, è già in corso un intervento di riorganizzazione che prevederà anche l’inserimento di ante in vetro a chiusura dei banchi dei salumi e latticini a libero servizio, un accorgimento semplice ma efficace, per evitare la dispersione del freddo, già adottato da Coop Liguria in via in 9 punti vendita. La copertura dei banchi dei surgelati, invece, è in essere in quasi tutta la rete di vendita ligure già da qualche anno.

 

L’impegno ambientale di Coop Liguria ha radici  profonde e si estrinseca in una pluralità di azioni: ogni anno la Cooperativa promuove attività educative e sfondo ambientale, che coinvolgono migliaia di bambini e ragazzi e talvolta si rivolgono anche agli adulti. A livello nazionale, grazie alle campagne di sensibilizzazione “Acqua di casa mia” e “Boschi e foreste”, Coop ha ottenuto importanti risultati, incidendo sui comportamenti di consumo delle famiglie, che sono state invitate a conoscere l’acqua del rubinetto, preferendola, laddove possibile, all’acqua imbottigliata e a ridurre il consumo di carta e legno, scegliendo i prodotti provenienti da foreste gestite in maniera sostenibile.

Dopo aver vinto, negli anni ’80, la battaglia contro i fosfati, Coop oggi promuove la vendita dei detersivi sfusi ecologici Coop “Vivi Verde”, certificati Ecolabel, che contribuiscono a limitare il consumo di plastica. Sempre in tema di scelte di consumo, Coop Liguria promuove l’impiego di borse per la spesa riutilizzabili, al posto dei sacchetti di plastica, che tuttavia propone nella versione “biodegradabile al 100%”, come prescrive la legge.

Per ridurre le emissioni nocive, Coop ha avviato un progetto, denominato “Coop for Kyoto”, che coinvolge i fornitori, spronandoli  a rendere più sostenibili i propri impianti produttivi  e progetta le proprie strutture in modo tale da ridurre al minimo i consumi energetici. A partire dal 2012, le cooperative insieme ad Inres (il consorzio nazionale di progettazione delle strutture di vendita Coop) hanno inoltre avviato il “Progetto Energia”, uno specifico programma che ha l’obiettivo di ridurre i consumi dei punti vendita della rete coop. L’obiettivo è di coinvolgere entro il 2015 i punti vendita “responsabili” del 75% dei consumi di energia per ridurne i consumi almeno del 10%.  Sono già 85 i punti vendita coinvolti nel biennio 2012-2013 ed altri 96 saranno interessati nel 2014.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →