Pertini nel Castello di Dolceacqua. Apre la mostra ” Da Partigiano a Presidente “

Di   /  31 maggio 2016   

pertini Stella 1

Pertini a Dolceacqua. Un nuovo scenario per ricordare la figura di Sandro Pertini in occasione del 120 anniversario della sua nascita . La Atape ( Associazione transfrontaliera Alessandro Pertini) ha scelto infatti questo borgo ligure dell’entroterra per creare nuove iniziative . Prosegue così la maratona pertiniana della Atape che proseguirà sino al 25 settembre.

Si inizierà mercoledì 1 giugno alle ore 21,00,  con la collaborazione dell’Associazione “Oltre il Cristallo” e di Legacoop Liguria, con la proiezione del discorso di Pertini ai lavoratori dell’ILVA, contenuto nel docufilm “Sandro Pertini in Liguria”.

“ Abbiamo volutamente scelto come location il  “Cinema Cristallo” di Dolceacqua ,  un polo culturale della Val Nervia , una “Sala delle associazioni” come è stata definita – spiega Sergio Scibilia, presidente di Atape – . Un   simbolo dell’entroterra tenace , che non si arrende ,  luogo di rinascita culturale . Seguiranno l’intervento del professore Franco Manti della  Università degli Studi di Genova , le testimonianze del vicesindaco di Dolceaqua Fabio Sbraci e di Bettina Isnardi, figlia di Pierino, per oltre vent’ani storico assessore e vice Presidente della Provincia di Imperia , amico personale di Sandro Pertini.

Si prosegue giovedì 2 giugno alle ore 18,00 con l’inaugurazione della mostra fotografica “ Sandro Pertini, da Partigiano a Presidente ”, sempre promossa da Atape in collaborazione con Legacoop Liguria: 58 pannelli con immagini di cui alcune inedite , che ripercorrono la storia “straordinaria” e “ avventurosa “ di un grande italiano curate dalla “Associazione Pensiero Socialista “di Lastra Signa (FI) in collaborazione con la “Fondazione Sandro Pertini “ che rimarranno in esposizione nel Castello Doria di Dolceacqua fino a domenica 12 giugno.

  • Intervento del Prefetto Ennio Maria Sodano al convegno “Agire La Legalità”

You might also like...

foto

Coop e riuso dei beni confiscati. Un network sul territorio per decisioni più rapide

Read More →