Nordiconad: nel 2013 sei nuovi punti vendita

Di   /  7 giugno 2013   

Conad

Malgrado il difficile 2012 per il calo dei consumi, il fatturato del gruppo Nordiconad raggiunge quota  1.454 milioni di euro ((+2,8 per cento rispetto all’anno precedente) e un incremento di 39 milioni (+2,8 per cento) rispetto all’anno precedente, realizzato con 457 punti di vendita presenti in Liguria (Genova, Imperia e Savona), Piemonte, Valle d’Aosta, Emilia-Romagna (Bologna, Ferrara, Modena) e nella provincia di Mantova.

In Trentino-Alto Adige opera dal 2004 con l’associata Dao nelle province di Bolzano e di Trento.

“Siamo riusciti a raggiungere buoni risultati malgrado la contrazione dei consumi – dichiara il presidente di Nordiconad, Aldo Pisano -.  Il gruppo opera con 496 soci imprenditori e 5.741 dipendenti, di cui 5.312 nella rete di vendita (91 i nuovi occupati). Inoltre abbiamo consolidato la nostra quota di mercato, salita all’8,4 per cento.  L’utile netto ammonta a 10,5.

In questi periodi difficili continuiamo a mettere al centro  della nostra attività i consumatori con i quali abbiamo un rapporto privilegiato, cercando di garantire qualità e riduzione dei costi della loro spesa”.

Nel piano di sviluppo per l’anno in corso ci sono 6 nuovi punti di vendita, per una superficie complessiva di 4500 mq, un nuovo distributore di carburanti e gli interventi di razionalizzazione delle strutture logistiche e riqualificazione della rete supermercati e ipermercati con un investimento economico complessivo di 32,8 milioni di euro.

Nell’anno 2012 nel territorio Ligure e Basso Piemonte ha aperto a marzo un nuovo Supermercato Conad di 1500 mq. all’interno del nuovo Centro Polinfunzionale “Le Officine” di Savona, un concentrato di innovazione , funzionale, ricco di servizi e con un’offerta merceologica di primissimo piano all’interno di una cittadella del commercio e dell’artigianato, sorta dal recupero e bonifica dell’area che fu della Metalmetron.

“ Per il prossimo triennio l’obiettivo rimane quello di sostenere e sviluppare le vendite della rete associata – spiega il direttore di Nordiconad Liguria e basso Piemonte, Giorgio Rocca –  migliorandone il posizionamento competitivo e aumentando la produttività/mq.

In più, ci sarà un rafforzamento dei concept di vendita, come le parafarmacie e si incrementerà il livello d’eccellenza nell’area dei freschi, con attività di formazione, specifici piani di lavoro, divulgazione delle buone pratiche e maggiore competitività nel prezzo.

Poi un aumento della quota vendita del prodotto a marchio Conad per incrementare di un punto percentuale la quota di mercato ogni anno”.

Nordiconad ha un forte radicamento territoriale e ciò fa sì che il sostegno alle economie locali sia un punto qualificante delle sue attività. Nel 2012, assieme a 576 fornitori ha sviluppato un fatturato di 107 milioni di euro – con una crescita di 10,5 milioni di euro (+10,9 per cento) rispetto all’anno precedente.

La ricaduta sulle economie locali è stata positiva e resa possibile, oltre che dalla collaborazione con tante aziende del territorio, anche dal buon rapporto con le istituzioni locali.

“I nostri punti vendita sono gestiti da imprenditori che mantengono un forte legame con il territorio – sottolinea Paolo Michelis, presidente di ANCD Liguria e Piemonte –E’ una cultura che ci contraddistingue,  che guarda al passato con grande attenzione, ai valori dei fondatori. Ed che si proietta verso il futuro sapendo che il nostro futuro è strettamente legato a queste comunità”.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →