Nordiconad: contro il calo dei consumi nuovi investimenti e posti di lavoro

Di   /  11 giugno 2015   

conad1

Presentati i risultati di bilancio del 2014 di Nordiconad.
Nell’area Ligure e Basso Piemonte il fatturato si è attestato a 349 milioni di euro, con un decremento del 4,49% rispetto all’anno precedente. Fatturato realizzato con 67 punti di vendita: 2 Ipermercati Conad, 2 E.Leclerc Conad, 4 Conad Superstore, 11 Conad, 35 Conad City e 13 Margherita Conad, oltre a 7 parafarmacie, 2 negozi di ottico, 3 bar e 2 distributori di carburante nel territorio della Liguria e del Basso Piemonte.
“ Un risultato di bilancio che va letto all’interno di una crisi economica che sta lasciando dietro di sé un’eredità che assume sempre più il profilo di un cambio strutturale – sottolinea Giorgio Rocca, Direttore Area Liguria e Basso Piemonte – con i consumi delle famiglie che sono tornati ai livelli del secolo scorso e nel 2014 risultano inferiori del 7,7%”.
Per l’anno in corso il Gruppo ha in programma diversi investimenti: tra questi spicca la ristrutturazione del supermercato Conad City di Genova Marassi, all’interno del quale verrà inserita una nuova “Parafarmacia Conad”.
Sempre a Genova è in fase di studio la nascita del primo “Convenience Store” all’interno del Mercato Di Negro con l’obiettivo di apertura per fine 2015 – inizio 2016. Nel mese di marzo sono stati inaugurati un supermercato Conad a Toirano all’uscita autostradale di Borghetto Santo Spirito e un Superstore Conad ad Acqui Terme. Due realtà che hanno creato oltre nuovi 60 posti di lavoro.
I nuovi investimenti nel biennio 2015 – 2016 svilupperanno altri 120 posti di lavoro.
“ L’impegno del Gruppo si manterrà alto nei confronti delle famiglie per offrire attraverso iniziative mirate la qualità e la convenienza che da sempre ci contraddistinguono – sottolinea dichiara Aldo Pisano, Presidente Nordiconad – proseguendo attraverso azioni coordinate tra loro e finalizzate a dare una risposta efficace a queste esigenze di risparmio. Considerato il difficile contesto economico e l’accresciuta competizione tra le aziende distributive, il risultato di bilancio 2014 di Nordiconad è positivo, non solo in quanto è largamente migliore rispetto al budget e migliorativo del già positivo risultato del 2013, ma perché dimostra la bontà delle scelte prese negli ultimi anni, mantenute con coerenza e ulteriormente arricchite durante il 2014″.
Nordiconad è una delle otto cooperative associate a Conad ed è presente con 461 punti vendita gestiti da 499 soci imprenditori in Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Emilia-Romagna (nelle province di Modena, Bologna, Ferrara) e nella provincia di Mantova. In Trentino-Alto Adige opera dal 2004 con l’associata DAO nelle province di Bolzano e Trento.
Nonostante la congiuntura negativa, Nordiconad ha chiuso il 2014 consolidando il proprio fatturato pari a 1.449 milioni di euro, con una flessione contenuta dello 0,9% rispetto il 2013, e facendo registrare una crescita dell’utile netto che si attesta a 15,625 milioni di euro (al lordo di 6 milioni di ristorno ai soci) rispetto ai 13,681 del 2013, e una crescita del patrimonio netto del Gruppo che si attesta a 218,875 milioni di euro.
Con 8 nuove aperture di punti vendita nel corso del 2014, la rete Nordiconad ha raggiunto le 461 unità, suddivise nelle seguenti insegne: Conad (113), Conad City (153), Margherita (106), Conad Superstore (6), Conad Ipermercato (6), E.Leclerc-Conad (2) e altre insegne presenti in Trentino-Alto Adige. In totale il Gruppo ha operato con 499 soci imprenditori e 5794 dipendenti, di cui 5431 nella rete di vendita, confermando i livelli occupazionali del 2013 (+0,07%).
“ Il risultato di bilancio ottenuto va letto nel contesto economico dell’ultimo anno – evidenzia Alessandro Beretta, Direttore Generale di Nordiconad – un anno difficile e complesso, in linea con il dato dell’andamento dei consumi, che anche lo scorso ha registrato una flessione. Non è venuto meno l’impegno dei nostri soci imprenditori e della cooperativa per produrre attenzione al territorio e salvaguardia del potere d’acquisto delle famiglie. Così abbiamo ampliato i possibili ambiti di risparmio e creato nuovi servizi per produrre ulteriori vantaggi per i nostri clienti, primo tra tutti la distribuzione di carburanti. Continueremo a sviluppare efficienza ampliando la rete di vendita e valorizzando le sue diversità”.
Continua intantol’impegno a favore delle economie locali attraverso la valorizzazione del prodotto tipico e la qualificazione delle attività stesse
Il “Consorzio di Valorizzazione dei Prodotti Tipici della Liguria” infatti prosegue il suo iter di crescita: sono in fase di studio nuove sinergie con aziende del territorio ligure e piemontese per dar vita ad esperienze gratificanti finalizzate al sostegno ed alla crescita delle produzioni locali.

  • Barni " Il miglior complimento? Coopculture è un network nazionale "
  • Costa " Costa e coop: convinciamo insieme i Ministeri a fare gare premiando la produttività"

You might also like...

finance

Agevolazioni sugli investimenti nell’Economia Sociale. Le opportunità per imprese e coop

Read More →