Dimostrazioni e cooperatori in mostra: Legacoop protagonista ad ABCD+Orientamenti

Di   /  10 novembre 2013   

fiera3

Dal 13 al 15 novembre anche quest’anno Legacoop Liguria sarà presente al salone ABCD+Orientamenti presso la fiera del Mare a Genova. Legacoop sarà infatti presente anche con le sue cooperative per incontrare i giovani presso lo stand dell’Alleanza Cooperativa Legacoop Confcooperative AGCI

Mercoledì  13 dalle   9.30 alle 10.30   sarà possibile capire da vicino l’attività della Cooperativa il Pesce Pazzo di Varazze; dalle 10.30 alle 11.30   della Cooperativa Ture Nirvane di Ventimiglia; quindi dalle 11.30 alle 12.30  della  Cooperativa il giardino del Borgo di Genova Portofino.

Alcuni cooperatori saranno anche protagonisti nel contesto della mostra “Fotografie e parole: il lavoro si racconta” che  nasce per raccontare la storia del lavoro nella nostra regione: immagini e parole accostate conducono per mano il visitatore e lo portano a scoprire la storia dei mestieri, che è anche la storia di uomini, dei loro ricordi e dei loro sogni.

Ecco i cooperatori che saranno inseriti con foto e testi nella mostra.

Tommaso Basilici, Cooperativa Diciannove, via Luccoli 14/8 Genova

 “Abbiamo l’attitudine dei bambini che smontano le macchinine per vedere come sono fatte. Crediamo però che, finito il gioco, se il giocattolo non funziona si deve continuare a provare finché non si riesce ad aggiustarlo. A quel punto, e per noi è la cosa più importante, si deve condividere con tutti come ci si è riusciti”.   

 Simone Gambazza, Cooperativa Pescatori, via della Repubblica 174 Camogli

 “Ricordo che mia nonna mi raccontava che i pescatori di Camogli, quando non c’era da lavorare, si trasferivano per tre mesi con le barche nell’isola di Gorgona. Lì c’era un carcere e si diceva che i detenuti vivessero meglio dei pescatori genovesi”.

 Luciano Galizia, Cooperativa Olivicola di Arnasco, Via IV Novembre 8 Arnasco (SV)

 “Quando ero bambino si andava tutti insieme a battere gli alberi e raccogliere le olive, ricordo che ad un certo punto qualcuno iniziava a cantare e piano piano cantava tutta la collina”.

I 50 scatti del fotografo genovese Paolo De Ferrari costruiscono un percorso tematico ed emozionale che unisce alla carica evocativa dell’immagine le interviste, realizzate dalla giornalista Paola Castellazzo, studiate per raccontare e preservarne nel tempo la storia e la cultura di un lavoro creando così un’ampia panoramica che mette in luce il saper fare.

L’idea è quella di creare un ponte ideale tra passato e presente tramandando la conoscenza degli antichi mestieri, della sapienza artigiana, del lavoro di una Liguria apparentemente lontana e dimenticata: attraverso le fotografie si cercherà di unire alla memoria la realtà contemporanea e, attraverso le interviste, si offriranno spunti di riflessione molteplici sul diverso approccio al lavoro e alla vita dei lavoratori di oggi e di ieri, per offrire ai giovani visitatori del Salone, dopo averli incuriositi e affascinati, la possibilità di “orientarsi” per costruire un percorso formativo e professionale consapevole.

La mostra sarà  visitabile per le tre giornate dalle 9 alle 18. Inaugurazione mercoledì ore 16. Saranno raccontati 31 mestieri, ognuno attraverso due fotografie,  due frasi selezionate e un’intervista.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →