La Cooperativa Boschi Vivi sbaraglia la concorrenza anche a SMARTCup Liguria 2016

Di   /  9 novembre 2016   

boschi

La Cooperativa Boschi Vivi sbaraglia la concorrenza anche a SMARTCup Liguria 2016.

Nella categoria “Cleantech & Energy”  la cooperativa  Boschi Vivi ( che già è stata tra le premiate del bando Coop Liguria Start up ) si è infatti aggiudicata la sfida in questo concorso per idee imprenditoriali generate da spin-off universitari e start-up imprenditoriali voluto dalla Regione Liguria e organizzato da FILSE. La manifestazione si è svolta presso la Camera di Commercio di Genova.

I 16 finalisti, selezionati su 34 progetti presentati, che hanno coinvolto 111 persone di cui oltre il 40% donne, si sono sfidati con abilità con il metodo dell’“elevator pitch” per la presentazione dei progetti. Nei 3 minuti che ognuno di loro aveva a disposizione, hanno cercato di convincere la Giuria e gli investitori presenti in sala che il loro progetto era il migliore.

Boschi Vivi, ricordiamolo,   è una start-up cooperativa guidata da Anselma Lovens che sviluppa un progetto innovativo di dispersione delle ceneri umane o animali integrato a servizi forestali che permette di seppellire i propri cari sotto un albero nel bosco, utilizzando un’urna biodegradabile.

Nella categoria “Life Science” il  vincitore assoluto della Business Plan Competition  è stato il progetto Nanochrome, proveniente dai laboratori di IIT, che offre test nanodiagnostici innovativi per effettuare analisi a basso costo ed una rapida lettura ad occhio nudo, attraverso una gamma di test colorimetrici, ideato da un team di ricercatori guidati da  Paola Valentini;

Nella categoria “ICT & Social Innovation” il vincitore è stato Glassense, progetto realizzato da una collaborazione tra ricercatori IIT e dell’Università di Genova, che permette di migliorare le prestazioni delle protesi acustiche in luoghi molto rumorosi. Progetto presentato da un gruppo di ricercatori guidati da Luca Brayda.

Nella categoria “Industrial” primo posto a Genoa Instrument proveniente da IIT, progetto nel settore della microscopia a super risoluzione, ideato da Marco Castello.

Sofia Mosci del Polo Tecnologico Politechmed, Salvatore Majorana dell’IIT, Rosaria Bono di Fidapa BpW Italy Genova Due, Marco Benedetti della CCIAA Riviere di Liguria, Massimo Vanzi Business Angel, Clematide Fioravanti di Erg, Federico Maroni e Filippo Contessi di Confindustria, Nicola Bazzurro di Iren, Paola Stagnaro del Cnr, Luca Bertini di Intesa Sanpaolo e Matteo Aragone dell’Associazione Genova2021.

I 4 vincitori, che sono stati premiati dall’Assessore Regionale alla Formazione Ilaria Cavo ( vedi foto) e dal Direttore di Fi.L.S.E Ugo Ballerini, potranno giovare di un percorso di incubazione gratuita e di tutoraggio finalizzati alla creazione della loro impresa, insediandosi per 6 mesi presso gli Incubatori di FILSE a Genova e Savona. Parteciperanno di diritto al PNI – Premio Nazionale dell’Innovazione che si svolgerà a Modena l’1 e il 2 dicembre, concorrendo contro tutti i vincitori delle altre business plan competition regionali.

  • Barni " Il miglior complimento? Coopculture è un network nazionale "
  • Costa " Costa e coop: convinciamo insieme i Ministeri a fare gare premiando la produttività"

You might also like...

finance

Agevolazioni sugli investimenti nell’Economia Sociale. Le opportunità per imprese e coop

Read More →