La Chiavari antica e la Regata al femminile. Fatti guidare dalla Coop Terramare

Di   /  24 marzo 2017   

tn_piazza mazzini lampione

Dopo il successo della visita guidata organizzata in occasione della Fiera di Sant’Antonio lo scorso 15 gennaio, venerdì 24 marzo alle 10 si terrà un altro appuntamento a Chiavari nell’ambito del progetto “EnjoyGenova”, un cartellone di itinerari alla scoperta dei tesori archeologici, artistici e architettonici di Genova e della Liguria, pensato per tutti coloro che, cittadini e non, vogliano scoprire qualcosa di più su ciò che si cela tra il nostro splendido mare e la nostra meravigliosa terra. La nuova proposta di turismo culturale che Cooperativa Archeologia sta portando avanti da dicembre 2016 è dedicata a cercare di svelare il nostro territorio da punti di vista nuovi: quello di archeologi, restauratori ed esperti coinvolti in prima persona nei “dietro le quinte” di ogni visita.

E’ così anche per “Chiavari antica: storie nascoste sotto i portici”, il tour guidato che si propone per venerdì 24 marzo alle ore 10: un itinerario alla scoperta di una città spesso troppo poco valorizzata dal punto di vista turistico e invece ricca di aspetti interessanti e assai curiosi. Attraverso una passeggiata nel centro storico, una guida della Cooperativa TerraMare accompagnerà i partecipanti nelle vie e nelle piazze normalmente frequentate per acquisti o divertimento, per scovare assieme ai partecipanti qual è la storia che si nasconde in questa città dall’impianto così regolare e così ricco di portici.

Sarà possibile scoprire che qui è stata scoperta la necropoli ad incinerazione di Età del Ferro ad oggi conosciuta come la necropoli preistorica più ampia di tutta la Liguria, e rintracciare poi quel che resta della città fondata nel 1178 dai Genovesi con le sue possenti mura che come un ideale triangolo cingevano le vie e i palazzi.

Si tratterà dunque di un itinerario inaspettatamente abbraccia quasi 3000 anni di storia: il percorso, della durata di circa due ore, si svilupperà nel cuore del centro storico a partire dalla cattedrale di N. S. dell’Orto, per proseguire con una passeggiata sotto i portici a scoprirne la funzione e le caratteristiche principali e attorno al medievale castello, per poi concludersi al Museo Archeologico di Chiavari, il piccolo museo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali allestito nelle scuderie dello storico Palazzo Rocca, dove grazie a Laura Bergamino, la referente per la didattica del museo, sarà possibile “vedere dal vivo” queste tracce di storia antica.

La visita di venerdì 24 marzo è organizzata in occasione della Women’s Saling Cup, una regata velica internazionale tutta al femminile, organizzata da Blue Project e da Concept Eventi, presso Marina Chiavari, proprio nelle giornate del 24, 25 e 26 marzo.

La visita guidata di Chiavari sarà a pagamento: costo della visita euro 14, tariffa speciale riservato ai soci Coop o abbonamento AMT di Genova euro 12, bambini euro 6: per ogni partecipante, com’è nello spirito della Women’s Saling Cup e del programma di marzo di Enjoy Genova, verranno donati 2 euro all’AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Il tour di Chiavari è a prenotazione obbligatoria telefonando al numero 335 1278679 oppure iscrivendosi tramite il sito www.enjoygenova.it

Tra i prossimi appuntamenti del progetto “EnjoyGenova” vi sarà poi:

Domenica 26 marzo 2017 alle 15: “Genova prima dei rolli”, uno sguardo per conoscere la Genova medievale, la Genova delle tante torri, prima dell’istituzione dei ben noti “palazzi dei rolli”.

Per ulteriori informazioni sul progetto www.enjoygenova.it

 

La Cooperativa TerraMare organizzerà inoltre un divertente laboratorio ludico-didattico nella giornata finale della Women’s Sailing Cup presso il proprio stand a Marina Chiavari: domenica 26 marzo a partire dalle ore 11 per l’intera mattinata, tutti i bambini e le loro famiglie potranno infatti partecipare a “Soffiando tra le onde”. Si tratterà di una simpatica attività a tema marinaro e per scoprire che anche il “nostro” mare fa parte del cosiddetto Santuario dei Cetacei, un’area di quasi 100.000 chilometri quadrati tra la Francia e la Liguria protetta proprio perché interessata dalla presenza di numerose specie di delfini, balenottere, capodogli, che la rendono così particolare e degna di nota.

Il laboratorio sarà a partecipazione gratuita, con offerte libere a favore di AIRC, come tutte le iniziative organizzate nell’ambito de “Il Porto al centro” e della Women’s Sailing Cup.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →