Il nuovo sito della Cooperativa Mitilicoltori Spezzini: gli agricoltori del mare

Di   /  12 ottobre 2015   

muscoli2-286x200

Sono gli agricoltori del mare. Propongono la bontà vecchia di un secolo. Con loro hai la sensazione di mangiarlo, il mare.
Sono la Cooperativa Mitilicoltori Spezzini: 86 soci che si tramandano un’attività oramai secolare, di padre in figlio, con metodi antichi, che permettono di mantenere una produzione autoctona.
E ora si presentano con un sito moderno ( www.mitilicoltori.it) che porta gli utenti a conoscere la storia, i prodotti con una fotogallery delle diverse confezioni. E una sezione dedicata alle ricette tra antipasti, primi e secondi piatti.
C’è anche un blog dove al momento sono proposte altre due ricette: le frittelle di muscoli e i muscoli con zucchini.
La coltura dei muscoli della Cooperativa viene effettuata in vivai che si presentano come aree costituite da pali sistemati a 5 mt. circa di distanza l’uno dall’altro, sporgenti per metri 1,50 sul livello del mare e piantati sul fondo.
I vivai sono situati, oggi, nei pressi della diga foranea, a Portovenere ed alla Palmaria.
Per raggiungere il vivaio vengono usate barche a motore trainanti lo “schio”, imbarcazione di mt. 5,50 circa per 2 mt. di larghezza, di poco pescaggio, con murate molto diritte, estremamente robusta e priva di timone.
Questa imbarcazione è utile al mitilicoltore per l’esecuzione di tutti i lavori di manutenzione, per la raccolta ed il lavaggio dei muscoli, la sostituzione dei pali etc., ed ha la caratteristica di poter navigare a poppavia poichè dotata di grossi scalmi posti vicino alla prua, che permettono l’uso di un solo remo.
Oggi, anche nel Golfo spezzino è stato introdotto un nuovo tipo di vivaio dove i pali tradizionali hanno ceduto il posto ad impianti galleggianti costituiti da fusti in plastica (PVC), fabbricati appositamente ed ancorati a corpi morti sul fondo. Questo sistema, pur essendo più economico, non è molto funzionale e si tende generalmente, ad utilizzare il palo che assicura maggior quantità di raccolto.
E’ metodo preferibile, viceversa, in presenza di fondali alti in cui evitare il trascinamento e l’abbattimento di pali risulterebbe difficile, come nel caso del vivaio posto sul lato ponente della nostra diga foranea (nei pressi di Le Grazie), dove il fondale misura 12 mt. e le correnti sono numerose.
Questo e tanto altro lo potete imparare su www.mitilicoltori.it

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

pres1

Decolla a Imperia il Presidio di Legalità. Così prosegue la lotta alla concorrenza sleale

Read More →