Il mondo cooperativo perde Marcello Balestrero

Di   /  21 novembre 2014   

Legacoop Logo

Il Congresso di Legacoop Liguria ha espletato solo le pratiche formali di rielezione che hanno portato alla conferma di Gianluigi Granero come presidente e di Alessandro Frega come vice presidente. E’ stata inoltre eletta  la nuova presidenza.

Tutta la parte dedicata alle relazioni, agli interventi e alla discussione congressuale è stata annullata a causa del malore che ha colpito Marcello Balestrero, deceduto un paio di ore più tardi.

Una notizia che ha sconvolto tutto il mondo cooperativo ligure e nazionale che si è unito al dolore della famiglia di Marcello Balestrero.

La  Camera Ardente sarà allestita presso l’Ospedale San Martino martedì 25 novembre dalle ore 15,00 alle 20,00. Mercoledì 26 novembre sarà trasferito a Pieve Emanuele per l’ultimo saluto dalle 9,30 mentre  la Commemorazione è prevista per le 12,00.

Marcello Balestrero, nato a Genova il 13/12/1954, dopo alcune esperienze di lavoro è entrato nel 1981 in Coop Liguria, nell’ambito della Direzione Soci e Consumatori, iniziando il suo percorso professionale nel sistema cooperativo.

È stato il più giovane della squadra di direzione che sotto la guida di Remo Checconi ha visto crescere la Cooperativa. Nel 1999 è stato nominato Presidente di Iper Liguria, la Società che al tempo gestiva il canale ipermercati.

Nel 2004, dall’atto della sua costituzione, ha accettato la sfida della Presidenza di Coop Consorzio Nord Ovest, una struttura che ha accentrato, razionalizzato e reso omogenei i servizi relativi alla logistica, agli acquisti, ai sistemi informativi e all’ amministrazione merci per le tre grandi Cooperative del Nord Ovest.

Dallo scorso 25 giugno è stato nominato Vice Presidente di Coop Italia, mantenendo nel contempo la carica di Presidente del Consorzio.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →