I mesi di Libera Terra: i prodotti di Libera per finanziare il riutilizzo sociale dei beni confiscati locali

Di   /  9 novembre 2015   

arance

Sabato 14 novembre presso piazza Luni a Sarzana dalle ore 15.00 alle ore 19.00 e domenica 15 novembre presso piazza Mentana a La Spezia sempre dalle ore 15.00 alle ore 19.00, si terranno i primi due appuntamenti della seconda edizione dell’iniziativa “I mesi di Libera Terra” nata in seno al coordinamento spezzino di Libera e resa possibile grazie all’impegno dei presidi “Dario Capolicchio” di Sarzana e “Antonino Agostino e Ida Castelluccio” di La Spezia.
“I mesi di Libera Terra” è finalizzata alla sensibilizzazione della cittadinanza sul riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata. Negli appuntamenti programmati da novembre a febbraio verranno allestiti dei banchetti informativi di Libera dove sarà possibile trovare i prodotti della filiera di Libera Terra: novembre sarà il mese della Pasta Venti Liberi, gli spaghettoni prodotti in occasione del ventennale di Libera per una raccolta fondi nazionale (http://sostieni.libera.it/venti-anni-da-gustare/), a dicembre arriveranno nel nostro territorio i mandarini clementini della Cooperativa calabrese “Valle del Marro” (http://www.valledelmarro.it/), a gennaio sarà possibile acquistarele arance delle legalità prodotte dalla Cooperativa di Belpasso a Catania intitolata alla memoria di Beppe Montana (http://www.coopbeppemontana.org/) e, infine, a febbraio giungeranno sui banchetti di Libera La Spezia le scamorze e le mozzarelle di bufala della Cooperativa “Le Terre di Don Peppe Diana” di Napoli. Il marchio Libera Terra sintetizza due elementi che contraddistinguono questi prodotti: il valore etico sociale del progetto di riutilizzo della cooperativa e il valore qualitativo del singolo prodotto offerto.
“L’iniziativa dello scorso anno ha consentito di raccogliere fondi per un totale di 560 euro che saranno impiegati per contribuire alla realizzazione di un progetto di riutilizzo sociale del territorio” – spiega Marco Antonelli, responsabile di Libera La Spezia – “in particolare verranno utilizzati per acquistare le sedie dell’appartamento confiscato di Sarzana assegnato al progetto Quarto Piano dell’associazione L’égalité. Quelle sedie hanno un duplice valore aggiunto: sono costruite da un gruppo di detenuti del carcere della Spezia sostenuti dalla società di carpenteria Metallica srl di Riccò del Golfo e acquistate con i guadagni delle vendite di prodotti di Libera Terra”. Sull’onda di questa buona riuscita, anche per questa edizione il ricavato sarà utilizzato per finanziare i progetti di riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie situati nel territorio della provincia. Libera auspica il loro riutilizzo sociale per riconsegnarli alla collettività rendendoli opportunità di riscatto.
Libera La Spezia invita tutta la cittadinanza a far visita ai punti informativi, sarà occasione per incontrare i volontari di Libera, conoscere i beni confiscati del territorio e i progetti di riutilizzo sociale in fase di sviluppo. Gli appuntamenti saranno sempre dalle 15 alle 19.00 secondo il seguente calendario:
NOVEMBRE – PASTA VENTI LIBERI
– sabato 14/11 Sarzana, Piazza Luni
– domenica 15/11 La Spezia, Piazza Mentana
DICEMBRE – CLEMENTINE COOP. VALLE DEL MARRO
– sabato 19/12 Sarzana, Piazza Luni
– domenica 20/12 La Spezia, Piazza Mentana
GENNAIO – ARANCE COOP. BEPPE MONTANA
– sabato 9/01 Sarzana, Piazza Luni
– domenica 10/01 La Spezia, Piazza Mentana
FEBBRAIO – MOZZARELLE E SCAMORZE COOP. PEPPE DIANA
– sabato 13/02 Sarzana, Piazza Luni
– domenica 14/02 La Spezia, Piazza Mentana
Per maggiori info:
Marco Antonelli – Libera La Spezia: laspezia@libera.it – 3926775423
Elena Zamperini – Presidio “Dario Capolicchio” di Sarzana: elenazamperini@gmail.com – 3332295981
Serena Ariodate – Presidio “Antonino Agostino e Ida Castelluccio” di La Spezia: serenaariodantelaspezia@gmail.com – 3339682297

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →