Expò 2015 e Fondi Ue. Doppia cabina di regia della Regione Liguria

Di   /  16 settembre 2013   

porto

Meno due a Expo 2015 Milano e la Regione, prima in Italia ad aver  firmato l’adesione ufficiale al Padiglione Italia, su iniziativa degli assessori allo Sviluppo Economico e al Turismo Renzo Guccinelli e Angelo Berlangieri, ha varato oggi la cabina di regia guidata da Liguria International , direttore Franco Aprile, per la partecipazione della Liguria alla grande esposizione universale milanese, dal primo maggio al 31 ottobre 2015. Della cabina di regia fanno parte le Unioncamere Liguria con Camere di Commercio, Anci, le autorità Portuali, le associazioni economiche di categoria, commercio, turismo, industria, artigianato. Insieme dovranno decidere  i contenuti del Padiglione Italia.

Obiettivo della Liguria “catturare” almeno una parte dei sei milioni di turisti stranieri attesi a Milano fra i venti milioni di visitatori previsti, e “riuscire a far percepire che siamo una delle eccellenze dell’Italia e del mondo, perché solo così, dal 2015 in avanti potremmo spendere  relazioni, contatti e credibilità con i 130 paesi presenti all’Expo dedicato al tema dell’alimentazione”., ha detto Berlangieri.

La Liguria all’Expo sarà presente alla mostra delle regioni, con una proprio spazio istituzionale, nei cluster dedicati  a olio e vino, e per una intera settimana sarà protagonista dell’area espositiva e dell’intero Padiglione Italia.

***

Via alla cabina di regia sull’utilizzo dei fondi UE per il periodo di programmazione 2014-2020. Lo hanno comunicato quest’oggi gli assessori regionali allo sviluppo economico, al bilancio e alla formazione, all’agricoltura, Renzo Guccinelli, Pippo Rossetti, Giovanni Barbagallo nel corso della presentazione a tutto il mondo imprenditoriale e delle associazioni di categoria  degli indirizzi strategici nell’utilizzo dei fondi comunitari e nazionali disponibili per i prossimi sette anni effettuata nello spazio Incontri di piazza De Ferrari.

Un confronto che ha preso il via nell’attesa di conoscere la quantità di risorse messe a disposizione,  per formulare in tempi brevi le scelte che orienteranno l’utilizzo dei fondi. “Tra le priorità individuate dalla Giunta regionale – ha enunciato Guccinelli – il lavoro, il sostegno e il rafforzamento delle imprese, con particolare attenzione alla ricerca e all’innovazione e la messa in sicurezza del sistema idrogeologico regionale”. E mentre il territorio discute delle priorità è ancora in corso il confronto tra le Regioni e il Governo sui criteri di utilizzo e la quantità delle risorse messe a disposizione.  Un faccia a faccia che include il tema dell’agenzia nazionale,  organismo governativo per il controllo dell’efficacia e dei tempi di spesa delle regioni. E proprio sull’agenzia l’assessore allo sviluppo economico della Regione Liguria, Gucinelli esprime le proprie perplessità. “Gli strumenti di controllo – dice Guccinelli vanno bene, ma a patto che vengano fatti congiuntamente da Governo e regioni insieme, per verificare l’andamento della spesa non solo delle regioni, ma anche dell’esecutivo nazionale”. E per quanto riguarda le tabelle del Governo sulle risorse non spese dalle regioni l’assessore Guccinelli dice chiaramente che”si tratta di  tabelle non corrette per quanto riguarda la Liguria che ci pongono al di sotto di quanto realmente speso”.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

pres1

Decolla a Imperia il Presidio di Legalità. Così prosegue la lotta alla concorrenza sleale

Read More →