“Draw not war”: il progetto promosso da Coop Liguria per disegnare e non fare la guerra

Di   /  27 giugno 2015   

draw

Disegnate, non fate la guerra. Il progetto ‘Draw not war’ , ideato dal regista e sceneggiatore Matteo Valenti, promosso e sostenuto da Coop Liguria nel vasto e articolato programma di attività didattiche proposte ogni anno alle scuole di ogni ordine e grado, dà appuntamento martedì 30 giugno alle ore 17 nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, a Genova.

Saranno presentati tre cortometraggi a disegni animati sul tema della pace, realizzati da altrettanti gruppi di studenti provenienti da territori oggetto di conflittiIrlanda del Nord (cattolici e protestanti); Sarajevo (bosniaci musulmani, serbi e croati); Medio Oriente (israeliani e palestinesi) – in collaborazione con coetanei di quattro scuole liguri: Istituto Alberghiero ‘Marco Polo’ di Genova; Liceo Artistico ‘Klee-Barabino’ di Genova; Liceo Artistico ‘Martini’ di Savona; Liceo Artistico ‘Luzzati’ di Chiavari.

Nato da un’idea di Matteo Valenti, il progetto è stato voluto da Coop Liguria per far riflettere i giovani sul tema attualissimo della convivenza pacifica, della reciproca comprensione e della cooperazione tra i popoli.

Dato il contenuto valoriale del progetto ( che è stato insignito da una medaglia dal Presidente della Repubblica proprio in questi giorni) , due famosissimi gruppi musicali internazionali – U2 e Pearl Jam – particolarmente sensibili al tema della pace, hanno concesso in via del tutto eccezionale l’uso di tre brani (Sunday Bloody Sunday, Staring at the Sun e Insignificance) che fanno da colonna sonora ai cortometraggi e ne sono stati ispirazione.

I ragazzi irlandesi, serbi, croati, bosniaci, israeliani e palestinesi autori dei cortometraggi, già ospiti di Coop Liguria lo scorso novembre, per avviare il lavoro e impostarne le fasi successive, saranno nuovamente a Genova dal 28 giugno al 3 luglio. Potranno quindi presentare i propri lavori finiti e tirare le somme di questa esperienza.

Fondamentale il ruolo dell’Istituto Marco Polo per il preziosissimo supporto logistico offerto nell’ospitare i ragazzi, e tutte le istituzioni e le associazioni che, con la loro mediazione e disponibilità, hanno reso possibile la realizzazione di questo impegnativo progetto: dagli Uffici Culturali delle Ambasciate italiane a Tel Aviv e Sarajevo al Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente, dal Consolato Italiano a Gerusalemme all’ex Console di Belfast, dal Council for Catholic Maintained Schools North Ireland alla Fondazione AVSI, dal Museo Italiano di Tel Aviv all’Ufficio Relazioni Internazionali del Comune di Gerusalemme e infine Franco La Torre, già Responsabile del progetto ‘Roma per la pace a Gerusalemme’, e Brando Benifei, Parlamentare europeo.

L’evento del 30 giugno sarà presentato dall’attrice e fondatrice di ‘Suq Festival delle culture del mondo’ Carla Peirolero, che ha anche ospitato una piccola anteprima dei cortometraggi durante l’edizione 2015 del ‘Suq Festival’. Un’altra anteprima si è svolta il 7 giugno durante il ‘Festival Andersen’ di Sestri Levante.

Alla presentazione dei cortometraggi, ciascuna seguita anche dalla proiezione del relativo ‘backstage’, parteciperanno i rappresentanti delle confessioni religiose alle quali appartengono gli studenti coinvolti e numerose rappresentanze istituzionali.

Ha ottenuto il patrocinio del Comune e della Provincia di Genova, della Regione Liguria, del Ministero degli Affari Esteri e del Ministero dell’Istruzione, attraverso l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria.

  • Barni " Il miglior complimento? Coopculture è un network nazionale "
  • Costa " Costa e coop: convinciamo insieme i Ministeri a fare gare premiando la produttività"

You might also like...

finance

Agevolazioni sugli investimenti nell’Economia Sociale. Le opportunità per imprese e coop

Read More →