Coopfond e Regione Liguria: un fondo per sostenere il capitale delle imprese

Di   /  10 agosto 2014   

Regione

La Giunta regionale ha approvato le modalità attuative per la concessione delle agevolazioni alle imprese a valere sul Fondo capitale di rischio. Il  Fondo è gestito da Ligurcapital Spa ed ha una dotazione iniziale di 20.000.000 di euro.

Scopo del Fondo è contribuire al miglioramento dell’efficienza del mercato dei capitali e segnatamente favorire lo sviluppo del mercato del capitale di rischio per le operazioni di start up capital e di expansion capital nelle piccole e medie imprese operanti sul territorio della Regione Liguria, mediante il co-investimento diretto, insieme a terzi investitori privati che siano indipendenti rispetto alle imprese (“co-investitori”), in strumenti finanziari prevalentemente di equity e quasi-equity.

“ Tra questi co- investitori sta facendo richiesta per essere inserita anche Coopfond – conferma Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria -. A livello nazionale si è infatti ritenuta di grande interesse questa opportunità data dalla Regione Liguria al mondo delle imprese. Ovviamente Coopfond valuterà autonomamente se sostenere i progetti presentati, noi saremo a fianco delle cooperative per mettere a punto queste operazioni di start up e di ampliamento del capitale a fronte di nuove opportunità che i nostri cooperatori individueranno sul mercato”

Il singolo apporto del Fondo, unitamente a quello dei co-investitori e nelle medesime proporzioni, dovrà rispettare i seguenti limiti:

a) la partecipazione diretta acquisita non potrà superare il 49,9% del capitale sociale dell’impresa richiedente;

b) l’acquisizione della partecipazione diretta e gli altri strumenti finanziari devono incrementare i mezzi finanziari dell’impresa richiedente;

c) l’importo complessivo dell’intervento (equity, quasi-equity e debito) per ogni singola impresa non potrà essere superiore ad € 1,5 milioni su un periodo di 12 mesi;

d) il tempo massimo dell’intervento, a prescindere dallo strumento utilizzato, non potrà essere superiore a 5 anni, potendo prevedere un eventuale “grace period”.

La soglia minima di investimento del Fondo è fissata in € 100.000,00 per ciascuna PMI.

Le domande delle imprese interessate, redatte esclusivamente sui moduli scaricabili dall’apposita area download,  compilabili direttamente su file word o excell,  dovranno  essere trasmesse, con firma  in originale, mediante  posta raccomandata a partire dal 27 settembre 2013,  fino alla data di chiusura dello sportello, che verrà fissata con apposito provvedimento della Regione in relazione alle comunicazioni fornite dal Gestore e comunque tenendo conto della data di chiusura del Por Fesr 2007-2013.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

pres1

Decolla a Imperia il Presidio di Legalità. Così prosegue la lotta alla concorrenza sleale

Read More →