Cooperative startup liguri protagoniste alla Città della Scienza a Napoli

Di   /  5 dicembre 2016   

coop

Cooperative liguri startup protagoniste alla  Città della Scienza a Napoli in occasione dell’incontro nazionale di tutte le cooperative nate dai bandi Coopstartup in Italia.

Assieme ai giovani neo-cooperatori, esperti e cooperatori senior al servizio del progetto si sono dati appuntamento per dare consigli, condividere esperienze e fornire letture e visioni su quello che Coopfond e Legacoop hanno costruito negli ultimi 3 anni.

Alcune belle lezioni apprese dai nostri ragazzi: l’importanza della pianificazione, della formazione continua, del mantenersi saldi alla missione e allo scopo mutualistico.

Alcune suggestioni poste dagli esperti: da chi ci interroga su quanto noi si stia davvero lavorando per le comunità (comunità operose, come le chiama lui), su quanto davvero il mutualismo stia guidando il progetto, e su quanto noi si sia disposti ad andare a fondo su questi temi. Più staremo ancorati alla nostra diversità, più offriremo opportunità reali di sviluppo alle nostre comunità.

A chi  ci chiede quanto siamo disposti a fare rete perché  queste startup possano davvero accedere ai capitali di nuovi investitori, più interessati allo SROI (social return on investments) e meno ai dividendi, più attenti al lavoro e alla passione, che allo scale up. Infine tutti gli esperti suggeriscono un approccio “pesante” all’assistenza tecnica, al monitoraggio, a dare a queste startup tutti gli strumenti necessari per crescere.

Le idee per il futuro: il grande valore di questo incontro è  stato mettere insieme per due giorni i ragazzi. Questa interazione, condivisione e scambio devono rendersi ordinari e quotidiani tramite strumenti digitali di interazione sociale. Il secondo grande contributo è  stato quello dello scambio tra giovani e “vecchi” cooperatori. Condividere esperienze ed ascoltare storie di cooperatori navigati deve diventare attività ordinaria dei ragazzi di Coopstartup.

Il supporto tecnico dei territori e del movimento cooperativo deve continuare, durare e migliorare: le startup ne hanno bisogno, per lungo tempo.

Gli strumenti finanziari: la finanza adeguata, il capitale di rischio ma anche lo strumento finanziario per il circolante, deve essere fornita a queste cooperative. C’è  ancora lavoro da fare, una maggiore creatività è necessaria in questo campo.

Per noi, per i nostri ragazzi, che erano tanti ( accompagnati anche da Buratti, Berardini e Pittalis e nonostante la dolorosa assenza di Brigi, cooperativa di comunità bloccata dalle frane dei giorni scorsi a Mendatica) una bellissima esperienza di condivisione e una confortante presa d’atto: i problemi sono gli stessi in tutta Italia, e noi, con le nostre 10 startup abbiamo   dato prova di una grande voglia di crescere e di metterci alla prova

Paola Bellotti

Responsabile Area Finanza

Legacoop Liguria

  • Barni " Il miglior complimento? Coopculture è un network nazionale "
  • Costa " Costa e coop: convinciamo insieme i Ministeri a fare gare premiando la produttività"

You might also like...

finance

Agevolazioni sugli investimenti nell’Economia Sociale. Le opportunità per imprese e coop

Read More →