Coop Liguria e il viaggio a disegni animati attraverso Crêuza de mä

Di   /  1 ottobre 2014   

Creuza 04

Si concluderà domenica 5 ottobre, con la presentazione ufficiale a Genova (ore 16,30, Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale) il progetto “Genova-Mediterraneo e ritorno: un viaggio a disegni animati attraverso Crêuza de mä”, ideato dal regista e sceneggiatore Matteo Valenti con l’intento di coinvolgere sette scuole d’arte, in prevalenza liguri, nell’illustrazione a disegni animati delle canzoni del disco che Fabrizio De André ha dedicato all’incontro fra le sonorità dei Paesi del Mediterraneo, del quale, proprio nel 2014, ricorre il trentennale della pubblicazione.

Il progetto, promosso e sostenuto da Coop Liguria – che da oltre vent’anni utilizza il cinema d’animazione come strumento didattico in laboratori proposti gratuitamente alle scuole di ogni ordine e grado – è iniziato nel 2011 e ha coinvolto i seguenti istituti: liceo artistico Klee-Barabino di Genova (Crêuza de mä); Istituto Europeo di Design di Milano (Jamín a); Istituto d’Arte e Dams di Imperia, rispettivamente per la sceneggiatura e i disegni (Sidún); liceo artistico Luzzati di Chiavari (Sinàn Capudàn Pascià); liceo artistico Martini di Savona (Â pittima); Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova (D’ä mê riva).

La canzone  duménega, invece, è stata illustrata dall’artista spezzino Nicola Perucca.

I sette filmati a disegni animati sono stati raccolti in un dvd, che contiene anche un montaggio con il backstage, per mostrare il lavoro svolto dalle classi, e un documentario con una serie di interviste su “Crêuza de mä” realizzate da Matteo Valenti a personaggi che hanno conosciuto Fabrizio De André o hanno lavorato con lui: da Gino Paoli a Don Gallo, da Arnaldo Bagnasco ai musicisti che hanno partecipato alla registrazione del disco.

Il progetto ha ottenuto il prestigioso patrocinio della Fondazione Fabrizio De André, oltre a quello del Comune di Genova e della Regione Liguria.

«Proporre a gruppi di adolescenti l’ascolto di uno disco come “Crêuza de mä”, una vera pietra miliare nella storia della musica – spiega Valentiè stato molto stimolante, perché mi ha permesso di riflettere con loro sulla figura di De André, che essi in larga parte già conoscevano, e sulle peculiarità e i temi del disco, che invece la maggioranza di loro approcciava per la prima volta. I ragazzi hanno così avuto modo di confrontarsi con ciò che accomuna e avvicina i popoli del Mediterraneo, cogliendo anche l’opportunità di apprendere tecniche e strumenti di lavoro all’avanguardia, molto importanti per chi, come loro, punta un giorno a lavorare nel settore dell’elaborazione grafica».

«Nell’ambito delle sue più che trentennali attività di sostegno alla scuola – spiega il Presidente di Coop Liguria Francesco Berardinila nostra Cooperativa propone alle classi numerose attività sui temi dell’educazione al consumo consapevole e da sempre si avvale, grazie alla collaborazione prima con Attilio e oggi con Matteo Valenti, anche di laboratori didattici sul cinema di animazione, che è uno strumento importantissimo per stimolare i giovani a riflettere sui meccanismi della comunicazione. Infatti, attraverso la realizzazione di cortometraggi animati, i ragazzi affrontano tematiche di grande rilevanza sociale, come ad esempio il tema dell’intercultura. Nel sostenere questo progetto, pertanto, Coop Liguria ha voluto dare continuità al lavoro svolto in questi anni e ha riaffermato la volontà di promuovere l’integrazione e il dialogo fra le culture, valorizzando al tempo stesso un patrimonio tipicamente ligure, come la musica di Fabrizio De André e la cultura mediterranea della nostra regione».

Alla presentazione del 5 ottobre parteciperanno:

  • il Presidente di Coop Liguria Francesco Berardini;
  • l’Assessore al Bilancio e all’Istruzione della Regione Liguria, Sergio Rossetti;
  • l’Assessore all’Istruzione del Comune di Genova, Pino Boero.

L’evento sarà presentato da Carla Peirolero, fondatrice di “Suq Festival”, la cui filosofia è pienamente in linea con gli obiettivi del progetto.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →