Contributi su interventi energetici in strutture sportive e ricreative

Di   /  27 febbraio 2015   

Lampadina

Con la Delibera  n. 99 del 6 febbraio 2015, non ancora pubblicata in BUR, la Giunta Regionale ha approvato un bando  per la concessione di contributi per interventi di miglioramento dell’efficienza energetica e per la produzione di energia da fonte rinnovabile in strutture adibite ad attività sportive e ricreative.

Al bando possono accedere società di persone, società di capitali, enti privati che risultino regolarmente iscritte al registro delle imprese o al Repertorio Economico Amministrativo e attive al momento della presentazione della domanda; possono altresì accedere gli enti no profit iscritti ai rispettivi albi, elenchi o registri che gestiscono attività sportive o ricreative ed attive al momento della presentazione della domanda.

Il bando, che ha una dotazione di 1.054.605 euro, prevede la concessione di contributi in conto capitale per sostenere investimenti per la riduzione dei consumi energetici da fonti fossili attraverso l’incremento dell’efficienza energetica di impianti e la produzione di energia da fonti rinnovabili.

L’agevolazione è concessa da FI.L.S.E. S.p.A consiste in un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% della spesa ammissibile.

Le domande vanno presentate utilizzando esclusivamente il modulo allegato al bando compilate in ogni loro parte e complete di tutta la documentazione richiesta e devono essere inoltrate, pena l’irricevibilità,  fino al giorno 16 marzo 2015, esclusivamente tramite:

  • posta elettronica alla casella PEC della Regione Liguria al seguente indirizzo: protocollo@pec.regione.liguria.it
  • consegna a mano, o posta ordinaria a mezzo raccomandata indirizzata a Regione Liguria settore Ricerca Innovazione ed Energia – via Fieschi,15 16121 Genova
  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

foto1

Se l’azienda chiude i lavoratori se la comprano. E nell’81% dei casi gli danno un futuro

Read More →