Capodanno con Irene Grandi. Cooperative savonesi in primo piano nell’accoglienza

Di   /  30 dicembre 2014   

grandi2

Poche ore alla festa di fine anno a Savona. E le cooperative sono in prima fila nello sforzo organizzativo per accogliere migliaia di persone e contribuire all’immagine turistica della città.

Oltre al ruolo di Coop Liguria come main sponsor della serata, saranno soprattutto il Consorzio Due Riviere e la Cooperativa Bazzino a gestire tutti gli aspetti organizzativi.

“La nostra giornata comincerà presto – conferma Mauro Gabetta, presidente del Consorzio Due Riviere -. Seguiremo infatti tutta la parte di assistenza, accoglienza e logistica degli artisti, compresa la parte alberghiera, fino alla mattina successiva.

Ma la sicurezza sarà altrettanto importante per il pubblico. Ci muoviamo in una zona portuale, tra i pontili con le barche, basta un petardo per creare problemi. Dall’altra parte occorre che funzioni perfettamente la logistica dei parcheggi in modo che la gente possa circolare con facilità e godersi la serata e la città.”.

Per il palco si muoverà invece la Cooperativa Bazzino che affiancherà i tecnici anche nel montaggio dei maxi schermi.

Dopo tutto questo lavoro oscuro ma fondamentale la festa potrà cominciare.Già alle 20 sui sette maxischermi installati da Fulvio Cerulli in tutta la Darsena compariranno la sigla dell’evento e le immagini dei precedenti Capodanni di Savona.Poi, alle 22, il via ufficiale allo spettacolo in piazzetta d’Alaggio, con la prima delle novità perché, attraverso la voce di interpreti dal vivo o grazie ai brani mandati «in onda» da Fabietto in consolle, si potranno ascoltare alcune delle canzoni che hanno fatto la storia della manifestazione savonese.

Sarà quindi la volta della prima parte del concerto di Irene Grandi, che si fermerà
pochi minuti prima della mezzanotte per i saluti e gli auguri dal palco del sindaco di Savona Federico Berruti. L’arrivo del 2015 sarà salutato dai fuochi artificiali che partiranno dalla fortezza del Priamar e saranno quindi visibili da tutta la città.
Poi Irene Grandi riprenderà il suo concerto prima di lasciare il testimone ancora a Fabietto e a Luca Galtieri, che avranno il compito di far ballare e cantare il «popolo della Darsena».” È un evento che sostiene il turismo, la cultura, e non solo quella con il papillon ma anche quella che definirei più pop, più vicina ai giovani che sono il nostro futuro. Ci crediamo – conferma Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria -. Vogliamo contribuire a tenere accesi i riflettori per promuovere il territorio, cerchiamo di allargare lo spiraglio da cui possiamo ripartire appena le prospettive dovessero consentirlo”.

La seconda novità dell’edizione 2015 riguarda la discoteca, che avrà il fronte palco impreziosito dallo spettacolo Patriot by Take Off, che accompagnerà alcuni momenti del dj set e avrà il suo culmine con l’irrompere delle musiche house e techno, quelle più attese da giovani e giovanissimi: ed è giusto quindi il richiamo al Take Off che si è svolto in estate all’aeroporto di Villanova d’Albenga organizzato da Angelo
Pisella della Suerte.
I maxischermi e le proiezioni saranno sette, per servire la zona del distributore e le Calate Sbarbaro, le Terrazzette, piazza Calabresi, piazzetta d’Alaggio, la banchina
di via Baglietto verso il ponte mobile. Infine, proiezione gigantesca sulla facciata dell’edificio di via Baglietto che ospita anche il Club Nautico, visibile anche da via Gramsci, della dimensione di ben 400 metri quadrati.
Insomma, tutti potranno seguire gli spettacoli sul palco, e partecipare a pieno titolo alla festa, anche chi non troverà posto direttamente in piazzetta d’Alaggio.
Tutti i parcheggi gratuiti dalle ore 14.
Tutti i parcheggi nelle zone blu della città saranno gratuiti dalle 12,30 del 31 alle 8 del mattino del 2 gennaio.
Tutti i parcheggi a sbarre (piazza del Popolo, ex Italgas, Torre Porto e Priamar) saranno gratuiti dalle 14 del 31
alle 8 del 2 gennaio. In particolare, le aree di piazza del Popolo e del Priamar saranno a sbarre alzate. Sarà invece a pagamento, con le consuete tariffe, il park dell’Arsenale, che è privato.
I provvedimenti sono stati decisi, sulla falsariga degli anni scorsi, per agevolare sia gli spostamenti dei savonesi sia chi arriva da fuori, e vuole magari approfittarne per un giro in centro con le sue bellezze artistiche o effettuare qualche acquisto dell’ultima ora.
Dalle 20 sarà possibile sostare (a spina di pesce per accogliere più vetture) sulla corsia dei bus di via Paleocapa, nel tratto compreso tra la Torretta e piazza Mameli.
Sempre dalle 20 si renderanno liberi i parcheggi di Calata Sbarbaro, parallela all’Aurelia, e di via Impastato, la strada che corre dietro il Crescent per arrivare in piazza Rebagliati.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

pres1

Decolla a Imperia il Presidio di Legalità. Così prosegue la lotta alla concorrenza sleale

Read More →