Al via Bellacoopia: quando le idee degli studenti si trasformano in cooperativa

Di   /  10 febbraio 2014   

IF

Commercio on line di libri usati, attraverso la predisposizione di un sito,  creazione e gestione di spazi per esposizioni artistiche, una cooperativa specializzata in coltivazioni e allevamento in ambito biologico e un nuovo modello di fast food basato su piatti unici appositamente studiati dal punto di vista nutrizionale.

Sono solo alcuni dei sei progetti imprenditoriali  messi a punto da altrettanti istituti superiori della Liguria,  nell’ambito del concorso Bellacopia, promosso da LegacoopLiguria con il patrocinio della Regione, presentati questa mattina dal presidente di Legacoop, Gianluigi Granero, dal vicepresidente di Coop Liguria, Mauro Bruzzone, alla presenza dell’assessore alla formazione e al bilancio, Pippo Rossetti.

Oltre cento i ragazzi coinvolti delle classi terza, quarta e quinta dell’Istituto Marsano, Vittorio Emanuele – Ruffini e Marco Polo di Genova, dell’Istituto Ruffini di Imperia, del Ferraris – Pancaldo di Savona e dell’istituto artistico Cardarelli della Spezia.

Un’iniziativa, giunta quest’anno alla settimana edizione,  per promuovere i talenti giovanili e coinvolgere anche i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori in un progetto di costruzione del proprio futuro lavorativo.

“Con questo progetto  – ha spiegato Gianluigi Granero – vogliamo promuovere nelle giovani generazioni le potenzialità e i vantaggi di costruire il proprio futuro lavorativo tramite una cooperativa. Le classi coinvolte avranno modo infatti di apprendere le tecniche di gestione aziendale, scoprire la storia, l’organizzazione e i valori del movimento cooperativo e, grazie alla docenza di alcuni esperti, acquisire le nozioni necessarie per fondare la propria cooperativa, scegliendo i compagni più adatti a ricoprire vari ruoli”.

In primo piano tra i promotori Coop Liguria.

“Visti i dati della situazione occupazionale ligure – ha sottolineato Mauro Bruzzone, vice presidente di Coop Liguria – c’è sempre più bisogno di progetti imprenditoriali che richiedono spirito di iniziativa e inventiva. Nell’ambito delle proposte didattiche che Coop, da oltre trent’anni, propone alle scuole sui temi dell’educazione al consumo consapevole, coinvolgendo ogni anno, nella sola Liguria, oltre 15 mila bambini e ragazzi, il progetto Bellacoopia rappresenta un’occasione per lavorare con i ragazzi sui temi della cooperazione e della cittadinanza e per avvicinarli al mondo del lavoro. Sviluppando un’idea imprenditoriale e articolandola in uno studio di fattibilità vero e proprio, le classi si misurano con le opportunità offerte dalla formula imprenditoriale cooperativa, incentrata su valori quali solidarietà, mutuo sostegno, trasparenza, rispetto delle regole, valorizzazione delle persone e del loro lavoro collettivo, radicamento nel territorio”.

I giovani coinvolti  acquisteranno le nozioni necessarie e poi fonderanno, virtualmente, la propria cooperativa.

“Le iniziative di Lega Coop con la scuola sono sempre molto diversificate e si basano sulla creatività – ha aggiunto Pippo Rossetti – i sondaggi ci dicono  che i ragazzi escludono dalla loro vita professionale di fare gli imprenditori e Legacoop, con questi progetti, li fa lavorare proprio alla costruzione di un’impresa coooperativa. Da qui abbiamo maturato l’dea di stringere un accordo con la Lega, coinvolgendo anche l’Ufficio scolastico regionale e l’Università per sostenere le iniziative di CoopLiguria nelle scuole e far diventare i ragazzi protagonisti attivi della loro vita, grazie a tutti i progetti che in questi anni sono state portati avanti, dalle  attività di educazione al consumo responsabile, al consumo rispetto alla salute, fino alla progettazione di una realtà produttiva con la conseguente praticabilità dell’idea”.

Nei due allegati una sintesi dei progetti presentati.

  • Granero " Sosteniamo i ragazzi liguri che hanno voglia di fare impresa"
  • Risso " I giovani trovano nelle coop uno strumento democratico per fare impresa "

You might also like...

book

Editoria, turismo, giochi da tavola e boschi vivi: le coop protagoniste al Book Pride

Read More →